Basta gattini e cagnolini su Facebook: la stretta di Zuckerberg

Una decisione che potrà sconvolgere il mondo dei Social Network

Untitled-1

Quanti di voi hanno la foto del proprio cane, gatto, furetto, pappagallino, serpente o altro pubblicata sul proprio profilo di Facebook? Io, personalmente, per ogni foto mia ne ho venti del mio cane! Beh, sappiate che presto questo potrebbe essere vietato. Stando a quanto affermato da un sito internet americano specializzato in tech, Facebook ha intenzione di dare un limite mensile al caricamento di fotografie di animali da parte degli utenti. Il motivo è molto semplice: i pets intasano le bacheche degli utenti. "E' insopportabile - avrebbe dichiarato un manager di Facebook - Per un po' andava anche bene, ma adesso basta". Il dirigente avrebbe inoltre dichiarato:

"Come qualsiasi utente può verificare, aprendo la home page di Facebook, prima dell'accesso appare chiaramente la frase:

Facebook è una piattaforma sociale che ti consente di connetterti con i tuoi amici e con chiunque lavori, studi e viva vicino a te.

Fortunatamente Facebook è stato un apripista per i Social Network ed è cresciuto negli anni in maniera esponenziale. Purtroppo questo ci ha tecnicamente impedito di controllare tutti i contenuti caricati dagli utenti. Sino ad ora abbiamo arginato alcuni contenuti "poco social" grazie all'aiuto degli utenti ma questo non ha impedito il proliferare di foto, video ed addirittura interi profili dedicati a cani, gatti o altri animali. Facebook è stato creato per mettere in contatto le persone e tutti questi animali ostacolano questo processo di socializzazione. Pensiamo di bloccare tutte le immagini di animali per un lasso di tempo non inferiore a 12 mesi e, una volta "ripulito" il social network, di poter dare la possibilità agli utenti di inserirle a pagamento con una sorta di credito prepagato"

Rumors dall'azienda motivano più approfonditamente questa scelta. Le voci vorrebbero che il CEO di Facebook abbia preso la decisione dopo aver scoperto che, durante uno degli eventi aziendali, mentre era proprio lui a parlare, membri del board e sottoposti fossero impegnati nello scambiarsi foto di pets sulle loro bacheche del social network.

Questa proposta sembra aver incontrato anche il consenso di altri social. Instagram è di proprietà di Facebook e seguirà la stessa linea editoriale ma Twitter, Pinterest ed altri social sembrano volersi accodare al team di Zuckemberg. Voi cosa ne pensate? Pagherete per mettere le foto dei vostri pets sui social o cancellerete il profilo?

Via|Socialhoax

  • shares
  • Mail