Pistol e Boo, i cani di Johnny Depp rischiano la morte per una sua leggerezza

Introdotti illegalmente in Australia dalla superstar di Hollywood gli Yorkshire terrier Pistol e Boo rischiano di essere uccisi per via delle leggi del luogo

Far entrare illegalmente dei cani in un paese è un reato e lo è anche se ti chiami Johnny Depp. Purtroppo a rimetterci potrebbero essere proprio i cani, invece che il loro proprietario. Pistol e Boo sono i due Yorkshire terrier di Johnny Depp e rischiano di essere abbattuti perché il loro umano li ha fatti entrare senza alcun controllo in Australia: per evitare l’iniezione letale i due cani dovranno tornare immediatamente a Hollywood, dove Johnny Depp vive.

L’attore, infatti, è atterrato in Australia con il suo jet privato e ha commesso così più di un reato portando con sé i due cagnolotti: per far entrare i cani in Australia è necessario ottenere un permesso oltre a un periodo di quarantena di almeno dieci giorni.

Barnaby Joyce, ministro dell’Agricoltura dell’Australia, ha commentato in maniera ironica – ma anche dura – il fatto:

Un signore di cinquantuno anni, di nome John Christopher Depp, conosciuto anche sotto il nome di Jack Sparrow, ha deciso di portare nel nostro paese due cani senza chiedere i permessi necessari. In concreto, li ha introdotti nel paese di nascosto. Lo abbiamo scoperto quando li ha portati in un salone di bellezza per cani. O se li riporta indietro o saremo costretto a praticare l'eutanasia. Ha cinquanta ore di tempo per decidere.

Johnny Depp

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail