Cucciolo che morde… è normale

E’ normale che un cucciolo morda e mordicchi? Entro certi limiti assolutamente sì.

Cucciolo morde

Cucciolo che morde – Forse non ci crederete, ma uno dei motivi per cui i cuccioli appena adottati vengono portati indietro al canile o all’associazione di volontari di turno già due giorni dopo l’adozione è questo: il cucciolo mi morde, non è possibile, guardate i graffi e i morsi sulle mani. Ok, adesso raccogliete la mandibola che vi è cascata: cioè, è possibile che vai ad adottare/acquistare un cane e ti lamenti perché mordicchia le mani? E’ un cane santo cielo, se non volevi fastidi ti compravi un peluche ed eravamo tutti più felici.

Cucciolo che morde: perché lo fa?

E’ assolutamente normale che il cucciolo mordicchi, non si tratta (ancora) di aggressività o altro, semplicemente è il suo modo per esprimersi. Magari arriva da una bella cucciolata numerosa dove con i fratellini giocava tutti i giorni usando anche la bocca, quindi è normale che arrivato a casa del nuovo proprietario veda quelle belle appendici rosa che si muovono veloci, che lo toccano, morbide, dai mille odori e che decida che è divertente morderle. Poi questa è anche la fase della dentizione, le gengive prudono, quindi è normale che usi di più la bocca.

Se poi ci aggiungiamo gli involontari rinforzi positivi dei proprietari, quindi i versi sonori aggiunti alle dita che si muovono, il gioco di tira e molla, lo stuzzicare il cane agitandogli continuamente le dita davanti al muso ecco che è fatta.

Il problema è che magari a livello molto ipotetico e nebuloso il neo proprietario sa che il cane potrebbe mordicchiare, ma probabilmente crede che a risolvere il problema ci pensi la fatina dei cuccioli che mordono: arriva di notte di soppiatto, agita la bacchetta magica sul cucciolo di notte quando non la vediamo e ci risvegliamo al mattino dopo con un cucciolo che non morde più e perfettamente educato.

Eh no, non funziona mica così: prendere un cane vuol dire impegnarsi a educarlo costantemente, dal momento in cui entra in casa fino alla fine dei suoi giorni. La maggior parte dei proprietari pensa che prendere un cane voglia solo dirgli riempirgli la ciotola e fargli tutto il giorno pucci pucci, ma si sbagliano di grosso. Il cane va educato a comportarsi bene, non lo apprenderà magicamente dal nulla che noi gli forniamo, dobbiamo insegnarglielo. E questo vuol dire rinunciare a uscire quella sera con gli amici per stare con lui e insegnargli come si comporta. Ma il problema è che la maggior parte della gente relega il cane in secondo piano, pur facendo appassionate dichiarazioni d’amore per il proprio pet: "Amo il mio cane come se fosse mio figlio... sì, ma mica posso non uscire mai per stare con lui, la sera sono stanco, usciremo/lo educherò un’altra volta".

Cucciolo che morde: cosa fare

Prima di tutto informatevi sul serio su cosa voglia dire vivere con un cane al di là dei soliti pucci pucci. Poi evitare di giocare con le mani con il cane, se il cucciolo ha preso le vostre mani per un gioco, disabituatelo e quando interagite con lui usate gli appositi giochi, lasciando le mani al ruolo di coccole/premio.

Non agitate mai le mani davanti alla sua bocca e se vedete che ve le mordicchia troppo dite un No secco e interrompete il gioco, ignorando il cane per una decina di minuti, senza parlargli, senza toccarlo e senza guardarlo. Oppure interrompete il gioco facendo un rumore strano (che non capisca però che viene da voi) in modo che la sua attenzione sia dirottata altrove.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | klamathvx

  • shares
  • +1
  • Mail