Cisti ovariche nella cavia: cause, sintomi e terapia

Parliamo di una patologia del sistema riproduttivo: oggi andiamo a vedere le cisti ovariche nella cavia, discutendo di cause, sintomi e terapia.

Cavia finestra

Cisti ovariche nella cavia - Che ne dite se oggi andiamo nuovamente a parlare di apparato riproduttore della cavia? Avevamo già discusso abbondantemente della riproduzione della cavia, come sappiamo le cavie che non hanno mai avuto un parto prima dei sette mesi di vita soffrono di un’ossificazione del canale pelvico che impedisce il normale svolgimento di successivi parti, con il risultato di avere una distocia, quindi una difficoltà di parto che deve essere risolta chirurgicamente, con tutte le complicanze del caso. Ma oggi non è di parto che andremo a parlare, bensì di cisti ovariche nella cavia. Anche le cavie, infatti, possono soffrire di cisti ovariche nella cavia andando a vedere cause, sintomi e terapia.

Cause e sintomi delle cisti ovariche nella cavia

In realtà la formazione di cisti ovariche nella cavia è un fenomeno molto più diffuso di quanto uno non pensi, solo che spesso non vengono diagnosticate o diagnosticate tardivamente. Questo per vari motivi: spesso le cisti sono asintomatiche, quindi a meno che la cavia non faccia un’ecografia per altri motivi e vengano ritrovate le cisti ovariche come reperto occasionale, magari non si evidenziano. C’è anche poi purtroppo la diffusa tendenza a portare la cavia a visita dal veterinaria quando ormai la patologia, qualsiasi essa sia, è praticamente in fase terminale con cavia agonizzante o quasi, quindi anche questo pregiudica una diagnosi precoce.

Come dicevamo, la formazione di cisti ovariche è molto diffusa nelle cavie: man mano che l'età avanza, è assai probabile che la cavia sviluppi cisti ovariche. Pensate che alcuni studi parlano di un quasi 100% di probabilità di avere cisti ovariche nelle cavie di cinque o sei anni di vita. Le cisti ovariche possono essere sia monolaterali che bilaterali e per quanto riguarda le dimensioni andiamo da pochi millimetri a qualche centimetro, il che è notevole viste le dimensioni della cavia.

Per quanto riguarda i sintomi delle cisti ovariche nella cavia, molto spesso sono asintomatiche, per questo anche si fatica a diagnosticarle. Questo succede quando sono piccole e non secernenti. Quando invece le dimensioni delle cisti ovariche diventano notevoli, ecco che di fatto provocano una progressiva compressione degli altri organi addominali. Ecco dunque i sintomi di queste cisti ovariche, incluse quelle secernenti:


  • compressione degli organi addominali
  • alopecia bilaterale simmetrica di tipo endocrina
  • assenza di prurito
  • perdita di pelo iniziale sui fianchi, poi estesa al treno posteriore

Diagnosi e terapia delle cisti ovariche nelle cavie

Per quanto riguarda la diagnosi, quando sono di grosse dimensioni il sospetto diagnostico avviene palpando l’addome delicatamente. Ma in questo caso si ha solamente un sospetto che deve per forza essere confermato da un’ecografia addominale. Una volta confermata la presenza delle cisti ovariche nella cavia, ecco che la terapia di base sarebbe l’ovaristerectomia, quindi la chirurgia, ma fatta da un veterinario esperto di esotici. Se per qualsiasi motivo la cavia non può essere messe in anestesia in sicurezza, ecco che le proposte terapeutiche alternative sono l’aspirazione ecoguidata delle cisti (sempre in sedazione però) o la somministrazione di leuprorelina ogni tre settimane, di GnRH da ripetere dopo due settimane o di hCG da ripetere dopo 7-10 giorni, ma occhio che il problema potrebbe recidivare.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | cjnzja

  • shares
  • Mail