Il gatto Timo dal Sudan, salvato da pompieri italiani e commandos inglesi

Dopo un lungo e pericoloso viaggio dal Sudan, Sama ha smarrito il suo gatto Timo: pompieri italiani e commandos inglesi si sono fatti in quattro per ritrovarlo

Uno dei vigili del fuoco che ha ritrovato Timo


Ancora una volta le cronache delle “carrette del mare” ci parlano anche del rapporto tra esseri umani e animali non umani e del profondo legame che li lega, nonostante le enormi difficoltà che devono affrontare.

Timo è un gatto che è arrivato in Italia con la sua piccola amica umana Sama, dal Sudan. Per tutto il tempo Sama ha tenuto nascosto Timo in una scatola, per non farlo vedere agli scafisti. Sama e gli altri suo compagni di viaggio sono stati salvati dalla nave britannica Protection, ma il suo Timo non è stato trovato. Così Sama è scoppiata in un pianto a dirotto che ha commosso i soccorritori che si sono messi alla ricerca del micio. I Royal Marines alla fine hanno trovato Timo a bordo della nave, ma era impossibile prenderlo perché il povero micio era spaventatissimo. Sono quindi intervenuti i Vigili del Fuoco che, con pazienza, hanno preso il gatto.

Il problema, però, è che la legge sancisce in maniera categorica che gli animali che arrivano da luoghi sconosciuti devono essere abbattuti: sarebbe stata questa la fine di Timo? È intervenuta Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, e ha fatto mettere Timo in quarantena presso un’associazione animalista, in modo che possa essere controllato dai veterinari e poi consegnato di nuovo a Sama. Che nel frattempo è stata portata in un centro a Crotone e non sa ancora che Timo è sano e salvo. Speriamo nel lieto fine e intanto riportiamo le parole del sindaco Giusi Nicolini:

Questa pare una storia miminale. Nulla rispetto ad altri drammi. Ma non è così. È importante. Sul web mi hanno già attaccata per aver difeso il gatto, insulti da chi sostiene che bisognerebbe smettere di aiutare persone che vengono a fare una vacanza negli alberghi italiani. Persone che non hanno ancora compreso che stiamo fronteggiando una tragedia epocale. Che riguarda anche Timo, quel micetto arrivato chissà come dal Sudan in Italia. Sama lo ha tenuto con sé, è un pezzo della sua vita, della sua storia personale, dei suoi affetti.

  • shares
  • Mail