Gli animali domestici non sono più pignorabili, parola del Senato

Secondo un emendamento del Senato, gli animali domestici non sono più pignorabili.

Animali domestici - Gli animali domestici non sono più pignorabili, lo dice la legge italiana. Tecnicamente fino a questo momento gli animali domestici erano pignorabili, anche se in questo caso la legge non veniva sempre applicata fino in fondo. Venuta alla luce tale cosa, ecco che si sono mobilitate diverse petizioni online, come quella del video che ha visto come testimonial anche Tessa Gelisio. Ma finalmente qualcosa è cambiato: i senatori Stefano Vaccari e Massimo Caleo hanno spiegato che in Commissione ambiente al Senato è stato approvato un emendamento al collegato ambientale del Governo (ddl n. 1676 recante disposizioni per promuovere la green economy) dove si stabilisce una volta per tutte che non si possono pignorare gli animali d'affezione, quelli da compagnia e quelli con scopo terapeutico e assistenziale.

Una volta passato al Senato, l'emendamento dovrà solo essere approvato in Aula. L'Enpa, Ente Nazionale Protezione Animali, ha poi così commentato la notizia: "E' stato compiuto il primo passo verso la soppressione di un vero e proprio obbrobrio giuridico. Questa è una riforma che chiediamo e che aspettiamo da molti anni perché gli animali sono esseri senzienti ed è inconcepibile potessero ancora essere considerati alla stregua di un tavolo, di un televisore o di un’automobile da mettere all’asta per soddisfare le pretese dei creditori".

cane gatto

Via | Ansa

Foto | russellbernice

  • shares
  • Mail