Labrador retriever: carattere e comportamento dal veterinario

Qual è il carattere del Labrador retriever? E come si comportano di solito dal veterinario?

Labrador retriever – Esattamente come abbiamo fatto col Pastore tedesco, oggi andiamo a vedere quale sia il carattere del Labrador retriever. Due i paragrafi che troverete: il primo riguarda la descrizione del carattere del Labrador che si trova in tutti i testi inerenti questa razza o negli atlanti delle razze canine. Il secondo paragrafo sarà invece una serie di considerazioni pratiche dovute all’osservazione sul campo e in ambulatorio del Labrador. Questo per darvi un’idea generale di cosa aspettarvi da questo cane.

Il carattere del Labrador retriever

Il Labrador retriever tecnicamente nasce come un cane da caccia: è un cane da riporto originario dell’isola di Terranova e della penisola del Labrador dove veniva usato per la caccia alle anatre. Tuttavia diciamo che in Italia e in Europa in generale il Labrador ha ormai perso la sua connotazione di cane da caccia (non conosco nessun cacciatore che usi un Labrador come cane da riporto) ed è diventato un classico cane da compagnia.

Il Labrador è un cane amichevole, socievole e tranquillo. E’ piuttosto sedentario e anche per questo motivo tende a ingrassare facilmente specie se viene alimentato in maniera esagerata e fa poco movimento. E’ un cane intelligente, viene spesso usato come cane guida per i non vedenti per via del suo carattere estremamente docile e anche dalle forze dell’ordine. Non è invece assolutamente un cane adatto a fare la guardia in quanto è troppo amichevole con gli estranei.

Labrador retriever: il comportamento dal veterinario

Il Labrador è un cane che ama passeggiare tranquillamente con il proprietario, ma non aspettatevi l’esuberanza di un Jack Russell o la voglia di correre di un Border collie. Tuttavia con le persone che conosce o anche con quelle che si dimostrano amichevoli può dimostrarsi parecchio esuberante. Ma sempre con moderazione, non raggiungiamo gli eccessi del Boxer.

E’ vero che rispetto ad altre razze della medesima taglia è tranquillo e docile, ma talvolta la sua esuberanza rende difficili le manovre del veterinario specie in caso di proprietari che non hanno imparato come contenerlo. Tuttavia specie in caso di Labrador golosoni si può sfruttare questa loro peculiarità per tranquillizzarli un po’.

Il fatto che sia un cane docile fa sì che spesso venga preso anche da famiglie con bambini, ma attenzione: anche se di indole i Labrador sono buoni, ci possono essere delle eccezioni. Questo capita spesso quando si perde di vista il fatto che il Labrador prima di essere un Labrador è un cane. Molti proprietari, magari alle prime armi, ma non solo, convinti del fatto di avere un cane docile non si impegnano nella sua educazione come farebbero con altre razze di cani. Mi spiego: prendo un Rottweiler, quindi magari mi impegno di più a educarlo, seguo la guida di un educatore cinofilo o di un veterinario comportamentalista, sono più rigido e fermo nell’educarlo. Molti proprietari di Labrador, invece, si adagiano e confidano nell’indole del cane, sbagliando spesso ad educarli, essendo poco fermi e il risultato sono Labrador nervosi e aggressivi che tendono a mordere.

Da cuccioli i Labrador tendono a essere curiosi e a mangiare qualsiasi cosa che trovano, spesso provocandosi dei blocchi intestinali. Da adulti si calmano un po’, ma non più di tanto. Occhio poi ai Labrador maschi: con le persone e le femmine sono magari tranquilli, ma se incontrano un altro cane maschio possono trasformarsi da Dr. Jeckyll in Mr. Hyde.

Diciamo che di solito è un piacere visitare i Labrador, sono cani giocherelloni e allegri che amano farsi coccolare. Tuttavia bisogna sempre porre attenzione nei confronti di quei soggetti nervosi e insicuri di cui parlavamo prima.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto |

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail