Cane in affido a entrambi i padroni dopo il divorzio: la sentenza del Tribunale di Roma

Cosa succede quando i due amici umani si separano? I pets a chi vanno affidati? Ecco una sentenza che farà scuola.

cane

Cosa succede ai pets quando gli esseri umani divorziano? Un po' quello che succede quando ci sono anche dei bambini: si litiga per chi dovrà averli in affido. Il Tribunale di Roma recentemente ha emesso una sentenza che vuole un po' regolamentare casi come questo: i giudici hanno stabilito che Spot, un cane di 9 anni conteso da due ex conviventi, doveva essere affidato a entrambi.

La migliore soluzione, in mancanza di una norma di riferimento nella legge italiana, è l'affido condiviso: in questo caso Spot vivrà sei mesi con uno e sei mesi con l'altro con la facoltà per chi non lo avrà con sè in quel periodo di vederlo e tenerlo per due giorni a settimana, anche continuativi, notte compresa.

Secondo il giudice onorario di Roma l'affidamento condiviso è

applicabile anche se le parti non erano sposate.

Ma il cane come vivrà questi continui traslochi da una casa all'altra? E se per caso si trattasse di un gatto, legato profondamente alla sua casa?

Via | LaStampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail