Tumori testicolari nel gatto: tipi e sintomi

Sono rarissimi, ma ecco tipi e sintomi dei tumori testicolari nel gatto.

gatto

Tumori testicolari nel gatto – Diciamo subito che i tumori testicolari nei gatti sono rarissimi e questo per un semplice motivo: la maggior parte dei gatti domestici sono sterilizzati giovanissimi, prima che inizino a marcare. E nessuno si prende la briga di andare a tastare i testicoli dei gatti maschi interi selvatici. Ecco dunque che ci sono pochissimi report di neoplasie testicolari nel gatto. Curiosamente i pochi casi documentati riguardano tumori di origine testicolari sviluppatisi dopo la sterilizzazione. Vi chiederete come sia possibile sviluppare testicoli se i testicoli non ci sono più. Ebbene, li hanno sviluppati in sede scrotale.

Tumori testicolari nel gatto: quali tipi sviluppano?

In uno studio retrospettivo sono stati riportati i dati di cinque gatti che avevano sviluppato tumori di origine testicolare dopo la castrazione. In tutti e cinque i casi si trattava di interstiziomi extratesticolari sviluppatisi nella pelle dello scroto o nel funicolo spermatico. In questi casi il tumore veniva rilevato in età senior, dai nove anni in su. In tutti e cinque i casi il gatto mostrava tipici comportamenti del gatto non sterilizzato: aggressività e marcatura territoriale. Talvolta si trovano alti livelli di testosterone.

In un altro caso erano stati rilevati dei sertoliomi sotto forma di noduli ben incapsulati dentro lo scroto o in regione prescrotale, anche qui in maschi sterilizzati. Ma da dove derivano questi tumori se i gatti sono stati castrati? Togliamo subito i dubbi: è impossibile non rimuovere del tutto un testicolo, è una pallina compatta, per cui toglietevi dalla mente questa causa.

Queste neoplasie insorgono da residui embrionali del testicolo rimasti intrappolati durante la vita fetale nel funicolo spermatico o nella cute dello scroto. Durante la vita fetale si ha la migrazione di cellule interstiziali e di cellule del Sertoli al di fuori del testicolo: dalla disseminazione di questi foci cellulari in posizione extratesticolare ecco che si possono sviluppare tumori. Altra possibile causa: il gatto soffriva di poliorchidismo, anomalia rarissima nel quale il gatto ha più di due testicoli. Altra causa: traumi sui testicoli possono provocare l'embolizzazione di cellule testicolari nel plesso venoso pampiniforme.

Tumori testicolari nei gatti: cosa fare?

Se avete la sfortuna di avere un gatto con tumore testicolare, anche se castrato, l'unica terapia possibile è andare ad asportare chirurgicamente la neoplasia. Si tratta di una situazione rarissima, personalmente non mi è mai capitato, ma è da prendere in considerazione come ipotesi quando si hanno gatti maschi castrati che continuano ad avere atteggiamenti da gatti maschi interi, soprattutto quando a seguito di visita clinica si rilevano neoformazioni sospette in zona scrotale.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | pfh

  • shares
  • Mail