Coloboma nel cane: cause, sintomi e terapia

Parliamo di cause, sintomi, diagnosi e terapia del coloboma nel cane, difetto genetico oculare.

collie

Coloboma nel cane – Prima di andare a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia del coloboma nel cane, andiamo a vedere cosa si intende con questo termine. Il coloboma è un difetto oculare genetico caratterizzato da una malformazione di una struttura dell'occhio come l'iride, la coroide, le palpebre, la retina e il nervo ottico. Di solito nei cani si assiste al mancato sviluppo di una parte dell'iride, cosa che può essere associata o meno ad altre malformazioni. Di norma i colobomi tipici si sviluppano per la mancata chiusura della fessura ottica embrionaria, mentre esistono forme di colobomi atipici in cui si assiste a una mancata induzione tissutale.

Coloboma nel cane: cause e sintomi

Come abbiamo visto il coloboma è un difetto genetico congenito. Di solito questa patologia la si vede nei cani Collie e nell'Australian Sheperd Dog. Anzi, qui si ha spesso associazione con la microftalmia. Il coloboma è anche tipico del Beagle, ma può comparire in qualsiasi razza. Nel Pastore Australiano e nel Dalmata si pensa che possa esistere una predisposizione genetica. A proposito del Pastore Australiano, si è visto che la maggior parte dei cani affetti da questo problema sono Merle: questo perché il gene Merle si trova sul medesimo cromosoma che provoca il difetto del coloboma. Purtroppo ancora non si conoscono le modalità di trasmissione di questa malattia ereditaria.

Come dicevamo, il problema è spesso a carico dell'iride, ma esistono anche colobomi lenticolari e colobomi uveali. Il difetto può essere più o meno grave. Il coloboma si manifesta come la presenza di una fessurazione dell'iride, di solito è situata nella parte inferiore: la sua presenza fa sì che il cane non sopporti la luce intensa. Più la fessura è estesa, più l'intolleranza alla luce sarà maggiore.

Coloboma nel cane: diagnosi e terapia

La diagnosi di coloboma nel cane viene fatta prima come sospetto clinico da parte del vostro veterinario curante e poi confermata da un veterinario oculista (prima di somministrare midriatici che falsano la situazione). Per i difetti lievi non è richiesta terapia, si cerca di proteggere il cane evitando di esporlo alla luce del sole diretta nelle ore centrali del giorno. Oppure di proteggerli con occhiali da sole appositi per cani, solo che non tutti i cani li tollerano.

Ovviamente viene caldamente sconsigliata la riproduzione dei cani che presentano coloboma per evitare che continuino a trasmettere il difetto genetico. Infatti la possibilità è che nelle generazioni successive possano manifestarsi quadri decisamente più gravi.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | chris_leung

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO