Uccelli da voliera: come capire se sono malati?

Come fare per capire se il nostro canarino, Calopsite sta male?

calopsite

Come fare per capire quando i nostri uccelli da voliera stanno male? Mi riferisco a canarini, Calopsite, pappagallini, merli o quanto altro. Se già a volte è difficile capire quando stanno male cani e gatti, con i volatili potrebbe essere ancora più difficile. A meno di non essere appassionati o allevatori da anni e quindi aver imparato con l'esperienza a capire quando c'è qualcosa che non va, per i neofiti a volte è difficile capire quando il proprio canarino sta male. E visto che le malattie nei volatili tendono a correre molto velocemente, spesso con esiti fatali, ecco che oggi andiamo a vedere quali sono i segnali che ci permettono di capire che i nostri uccelli da voliera sono malati.

Segnali di malattia nei volatili da voliera

Indipendentemente dalla causa di malattia del volatile, in generale gli uccelli tendono a manifestare sempre gli stessi sintomi e atteggiamenti. Sta poi al veterinario esperto di esotici capire che quel canarino è impallato per un problema ai sacchi aerei oppure per un problema all'intestino. Una particolarità poi dei volatili è che essendo in natura delle prede, tendono a nascondere e mascherare questi sintomi quando ci sono persone intorno alla gabbia e questo contribuisce poi a ritardarne le cure in quanto ci si accorge tardi che sono malati, quando ormai i sintomi non riescono più ad essere mascherati.

Uno dei classici sintomi di uccellino malato è il fatto di essere impallato, noto anche come "il canarino ha le piume gonfie". Praticamente il volatile arruffa le piume e le penne in modo da intrappolare aria intorno al corpo e mantenere più alta la temperatura corporea.

Guardate poi anche gli occhi: nei volatili malati di solito sono socchiusi, a mezz'asta e lo sguardo non appare brillante e attento, ma malato e stanco. Inoltre tendono a stare seduti sul posatoio, con le zampe piegate, come se fossero troppo stanchi per reggersi sulle zampe.

Inoltre il volatite tende a stare più fermo, zampetta di meno in giro, mangia e beve di meno o proprio non mangia e non beve del tutto. Appare abbattuto e letargico. Se si hanno problemi respiratori, poi, il respiro diventa più rumoroso e stridente, anche più veloce. Problemi intestinali, invece, provocano alterazioni del colore e della consistenza delle feci. Nei casi gravi gravi, poi, il volatile non riesce più a stare sul posatoio e sta immobile e impallato sul fondo della gabbia, non oppone resistenza quando lo si prende e appare più freddo, soprattutto le zampe.

Cosa fare?

Se vedete uno di questi atteggiamenti non perdete tempo, contattate subito il vostro veterinario esperto di esotici. Indicano che il volatile ha qualcosa che non va: starà poi al vostro veterinario visitandolo identificare la causa della patologia. Malattia che può essere da lieve a molto grave. E dicevamo prima che le malattie corrono veloci nei volatili, più che nei cani e gatti, quindi se aspettate di vedere come va può essere che vi ritroviate il canarino morto sul fondo della gabbia perché avete aspettato troppo.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | valbanese

  • shares
  • Mail