L'amicizia tra cani: un'esperienza sempre sorprendente

Primo piano di uno Schnauzer

Vito è italiano, meticcio, ha meno di due anni ed è il giocherellone di casa nel B&B in cui ci siamo fermati quest'estate. Amir è uno Schnauzer, viene dalla Slovacchia, ha più o meno l'età di Vito ed un pedigree che gli permetterebbe di partecipare a delle mostre importanti ed è stato ospite nello stesso B&B per una settimana. Il suo pelo è di un raro bianco argentato e lui sembra saperlo.

Per i primi due giorni si annusano e si avvicinano: Vito scodinzolando, Amir borbottando e abbaiando per ricordarci che fa un po' fatica a mischiarsi con noialtri del popolo. Passati questi due giorni, diventano la coppia comica della settimana.

Separati occasionalmente da Zoe, amica a quattro zampe di Vito, molto gelosa di lui, i due corrono come matti nel prato, condividono le crocchette e i bocconcini che la mia piccola passa sotto banco, si mordicchiano, danno la caccia alle talpe.

L'ultimo giorno di vacanza, noi umani li guardiamo con un po' di tristezza nel cuore e prevediamo un addio difficile. Infatti, dopo la partenza di Amir, Vito è scomparso per quasi tutto il giorno seguente. Era andato a nascondersi chissà dove, per smaltire la tristezza e pensare ad una frase da scrivere sulla cartolina.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail