Otite nel coniglio: cause, sintomi e terapia

Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia delle otiti nei conigli.

Coniglio con la sua proprietaria

L'otite nel coniglio è una malattia piuttosto frequente. Di solito siamo abituti a pensare alle otiti associate ai cani, talvolta ai gatti, ma in realtà talvolta anche i conigli possono manifestare forme di infiammazione alle orecchie. Ecco che allora tramite l'articolo dal titolo "Management of Otitis in Rabbits", Mancinelli, Elisabetta, Lennox, Angela M. Journal of Exotic Pet Medicine , Volume 26 , Issue 1 , 63 - 73 andiamo a vedere qualcosa di più su cause, sintomi, diagnosi e terapia dell'otite nel coniglio.

Otite nel coniglio: cause e sintomi

Le malattie delle orecchie del coniglio sono patologie abbastanza comuni. Si è visto che nei conigli non esiste predisposizione di sesso o età nello sviluppo dell'otite. Inoltre non c'è predisposizione di razza: l'otite in un coniglio nano è uguale all'otite in un coniglio ariete. Le otiti nel coniglio possono essere provocate da:

  • agenti infettivi: batteri (causa di otite purulenta nel coniglio), virus, funghi (la Malassezia non è così frequente nei conigli) e parassiti (vedi Psoroptes cuniculi e Sarcoptes, responsabili delle forme di rogna del coniglio o migrazioni aberranti di larve di Cuterebra)
  • traumi: ematoma
  • corpi estranei
  • neoplasie: anche forme di cheratosi attinica, fibroma, tricoblastoma

Parlando di sintomi, l'otite esterna nel coniglio a volte è subclinica o asintomatica. Tuttavia a volte si notano come sintomi:

  • scuotimento della testa
  • testa ruotata
  • graffi vicino alle orecchie
  • presenza di materiale purulento nel condotto uditivo (talvolta il pus si accumula alla base delle orecchie e si può palpare una massa)
  • prurito
  • presenza di croste (soprattutto in corso di rogna)

Come complicanze per diffusione del processo infiammatorio abbiamo:

  • otite media, una forma di otite profonda
  • sintomi neurologici
  • paralisi
  • torcicollo

Otite nel coniglio: diagnosi e terapia

La diagnosi di otite prevede la visita clinica con controllo tramite otoscopio, a cui devono seguire accertamenti tramite visita neurologica, esami del sangue, esami batteriologici, radiografie e TC. La diagnosi differenziale soprattutto in caso di sindrome vestibolare concomitante deve tenere conto di:

  • Encephalitozoonosi
  • otoacariasi
  • forme di contratture del collo temporanee
  • trauma cranico
  • disturbi circolatori a livello del sistema nervoso centrale
  • tumori cerebrali
  • intossicazioni (soprattutto da piombo)
  • listeriosi
  • migrazione di ascaridi

La terapia dipenderà strettamente dalla causa e dalla gravità del problema: se in caso di otiti lievi senza compromissione del timpano si possono usare a volte prodotti per uso locale, in alcuni casi servono terapie più forti con somministrazione di farmaci per l'otite per via locale e in alcuni casi anche chirurgia. Evitate poi rimedi per l'otite del coniglio dati senza supervisione del veterinario: molti prodotti sono tossici per i conigli, rischiate di fare più danni che altro.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Via | Journal of Exotic Pet Medicine

rimedi
farmaci

  • shares
  • +1
  • Mail