Bioparco di Roma: ecco come gli animali ospiti affrontano il caldo

Ecco come gli animali ospiti del Bioparco di Roma affrontano questi giorni di caldo estivo intensissimo.

Come affrontano il caldo gli animali? Anche loro possono soffrire delle intense temperature che si stanno registrando in questi giorni (qui i consigli del Ministero della Salute per poter affrontare i picchi afosi che molte città stanno attraversando in queste ore) e dobbiamo fare tutto quello che è in nostro potere per riuscire ad alleviare un po' l'afa e il caldo.

Al Bioparco di Roma per affrontare il caldo infernale è stato pensato di aiutare gli animali ospiti nella struttura ad affrontare l'anticiclone africano Nerone, che non dà tregua a nessuno. Per questo lo staff, in questi giorni di temperature decisamente bollenti, ha deciso di proporre piscine e ghiaccioli rinfrescanti per i tanti animali ospitati.

C'è, ad esempio, Kasih, un maschio di tigre di Sumatra, che si fa il bagno nella piscina naturale, mentre Lakshimi, un elefante asiatico, si immerge nel vascone presente nella sua area. E ancora, ecco che gli ippopotami pigmei cercano refrigerio in alcune pozze d'acqua che i guardiani hanno creato proprio per loro.

Federico Coccia, presidente della Fondazione Bioparco di Roma, spiega:

I nostri animali scelgono se uscire all’aperto o rimanere nei ricoveri interni e hanno a disposizione ampie zone d’ombra, grandi vasche dove immergersi, come per elefanti, tigri, macachi e lupi, piscine, come per gli orsi. I lemuri catta e i macachi del Giappone, come gli altri primati del Bioparco, ricevono dallo staff zoologico ghiaccioli a base di frutta e canne di bambù ripiene di yogurt e frutta congelati: oltre a rinfrescarli, questi ‘strumenti’ sono una forma di arricchimento ambientale e consentono agli animali di aguzzare l’ingegno per trovare il cibo.

CREDIT: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

  • shares
  • Mail