Polimiopatia ipokaliemica nel gatto: sintomi

Esiste una forma di polimiopatia ipokaliemica nel gatto: vediamo i sintomi di questa malattia metabolica che provoca il potassio basso nel sangue del gatto.

Cucciolo di gatto Bengala

Una malattia metabolica che si vede spesso nei felini è la polimiopatia ipokaliemica nel gatto. Questo perché la diminuzione del potassio nel sangue è associata ad alcune delle patologie di più frequente riscontro nei nostri mici, fra cui anche l'insufficienza renale, il blocco vescicale (dopo averlo sbloccato: a causa del blocco si ha aumento del potassio in circolo, ma quando il gatto viene sbloccato il potassio potrebbe diminuire rapidamente) o l'anoressia. Tipicamente è associata a debolezza muscolare con ipopotassiemia, ricorrente e intermittente. Questo vuol dire che potrebbe non essere sempre presente. Il sintomo più evidente è la ventroflessione del collo.

Polimiopatia ipokaliemica nel gatto: sintomi e segni clinici

La polimiopatia ipokaliemica nel gatto la si può vedere in tutti i gatti: qualsiasi causa o patologia che porti a una diminuita assunzione di potassio con la dieta, può scatenarne i sintomi. Inoltre esiste una forma di polimiopatia ipokaliemica ereditaria in razze come il Maine Coon o il Sacro di Birmania: è una malattia autosomica-recessiva, per cui i gatti malati e portatori non devono essere fatti accoppiare e riprodurre.

La malattia ha un'insorgenza acuta e si è visto che esercizio fisico o stress possono scatenarla. Tipicamente a livello degli esami del sangue, oltre alla diminuzione del potassio si ha anche aumento del CK e della creatinina. Inoltre gatti con bassi livelli di potassio e nutriti con diete vegetariane hanno anche contemporaneamente una diminuzione della taurina e un aumento dell'acido glutammico.

I sintomi della polimiopata ipokaliemica nel gatto sono:

  • debolezza periodica, i muscoli del gatto non sembrano sorreggerlo. Questa debolezza può colpire tutti i muscoli o essere accentuata a livello dei muscoli del collo e degli arti anteriori
  • andatura rigida
  • difficoltà di movimento
  • il gatto si muove il meno possibile
  • intolleranza all'esercizio fisico
  • ventroflessione del collo
  • riflessi spinali diminuiti
  • dolore muscolare

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail