Pescara: gli aironi fanno una sosta durante la migrazione

È stato uno spettacolo inconsueto ed emozionante quello avvenuto a Pescara, dove una ventina tra aironi cenerini e garzette si sono riposati sopra le scogliere antistanti la spiaggia.

Airone

Nei giorni scorsi, a Pescara, alcuni fortunati hanno avuto la possibilità di assistere a uno spettacolo senza dubbio inconsueto ed emozionante. Una ventina tra aironi cenerini e garzette si sono riposati sulle scogliere antistanti la spiaggia, come conferma la Stazione Ornitologica Abruzzese (Soa) Onlus, che fa sapere si è trattato di un fatto non comune, "considerando la presenza del fiume. Sulla diga foranea svernano da anni aironi cenerini che sorvolano la città per alimentarsi lungo il fiume".

Gli esperti fanno tuttavia sapere che lungo la zona costiera è sempre più difficile, per questi animali, riuscire a trovare dei punti tranquilli dove fermarsi a riposare per riprendersi dalla fatica del lungo viaggio. Probabilmente per questa ragione gli aironi hanno scelto una scogliera artificiale per riposarsi.

Evidentemente le foci dei fiumi sulla costa adriatica, di limitata estensione e circondate da strade e palazzi, sono sempre più disturbate".

Un fenomeno del genere ci ricorda quanto sia importante conservare o ricreare delle aree che possano diventare punti di sosta tranquilli per queste e altre specie di uccelli. Questi animali infatti hanno assoluto bisogno di zone tranquille; valutano continuamente la presenza ravvicinata di altri animali (compreso l’uomo), e mantengono distanze di fuga di decine di metri.

Per questo

spiegano gli esperti

hanno scelto la scogliera e non la spiaggia per posarsi.

via | Ansa
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail