Ipertermia maligna nel gatto: sintomi

Malattia rara nel cane, ancora di più nel gatto: ecco sintomi e segni clinici dell'ipertermia maligna nel gatto.

Ipertermia maligna nel gatto: misurare la febbre nei gatti

L'ipertermia maligna nel gatto, oltre a essere una patologia ancora più rara che non nel cane, è una malattia congenita. Non causa solamente febbre e aumento della temperatura corporea, bensì complicazioni anche gravi e mortali. Solitamente nei gatti si sviluppa a seguito della somministrazione di determinati anestetici gassosi, come alotano, isoflurano, enflurano e farmaci come la succinilcolina (non sempre l'ipertermia maligna si manifesta alla prima esposizione a tali molecole).

Ipertermia maligna nel gatto: sintomi e segni clinici

Ricordando che esiste anche una malattia simile nei maiali, in pratica la causa dell'ipertermia maligna nel gatto è un difetto congenito e genetico nel meccanismo dell'omeostasi del calcio a livello del muscolo scheletrico. Caffeina e alotano sono alcuni principi attivi capaci di aprire i canali del calcio, il che vuol dire una continua contrattura muscolare.

Il risultato finale di questa persistente contrattura è l'esaurimento delle riserve corporee di glicogeno, ipossiemia, aumento del potassio e dell'acido lattico con conseguente acidosi metabolica, aumento del CPK e aumento della temperatura corporea. Il problema di questo aumento della temperatura corporea è rappresentato dalle gravi conseguenze che ne deriano:

Sono tutte conseguenze potenzialmente mortali. I sintomi dell'ipertermia maligna nel gatto sono:

  • ipertermia (aumento della temperatura corporea, non propriamente febbre)
  • tachipnea
  • tachicardia
  • arti rigidi
  • trisma
  • arresto cardiorespiratorio
  • morte

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail