Come sverminare un gattino

Come e quando sverminare un gattino? L'importante è farlo con i prodotti giusti e nel momento giusto.

Gattino in regalo

A molti proprietari la sverminazione di un gattino sembra una cosa semplice, una pratica quasi banale: vanno in farmacia, comprano un prodotto sverminante qualsiasi e lo somministrano al gattino. Risultato? Gattino che arriva qualche giorno dopo dal veterinario d'urgenza, ipotermico, con diarrea, disidratazione, a un passo dalla morte. Stesso risultato lo hanno coloro che prendono un gattino e non lo portano mai dal veterinario perché "Tanto i gatti si curano da soli"... Certo, questo sempre fino a quanto il suddetto gattino che si cura da solo non arriva agonizzante sul tavolo visita. Quindi oggi andremo a rispondere alla domanda: come sverminare un gattino?

Come e sverminare un gattino piccolo? E quando sverminare?

La domanda è duplice: come sverminare un gattino piccolo? E quando sverminare un gattino? La procedura corretta da seguire sarebbe questa:

  • appena preso il gattino, portarlo subito dal veterinario con un campione di feci: mi raccomando, appena preso, non dopo tre settimane o tre mesi che lo avete adottato, i vermi nel frattempo hanno fatto in tempo a moltiplicarsi e a creare sintomi
  • far fare l'esame feci al veterinario: in base alla situazione epidemiologica, il veterinario vi consiglierà se fare l'esame feci di base, il test di Baermann per gli Strongili, la ricerca anticorpale per la Giardia o esami di laboratorio per patogeni intestinali particolari. Solitamente si parte con l'esame feci di base e il Baermann, soprattutto per gattini provenienti dalla campagna o randagi. Mi raccomando, portate abbastanza feci affinché possa fare tutto, ma senza esagerare
  • in base all'esito dell'esame feci, il veterinario vi prescriverà il prodotto per sverminare il gattino più idoneo. Tale prodotto terrà conto delle parassitosi presenti del gatto, della sua età e del suo stato di salute in generale

Il quando sverminare è altrettanto importante del come sverminare. Sverminate troppo presto e non servirà a nulla, sverminate troppo tardi e oltre a dover curare la parassitosi intestinale, vi troverete a dover curare anche tutti i sintomi da essa provocati. E in un gattino piccolo di due mesi, una parassitosi intestinali curata male o trascurata, può portarlo a morte in poco tempo.

Non sottovalutate mai la pericolosità di una parassitosi intestinale in un gattino piccolo. Infatti è possibile che, oltre allo sverminante, il veterinario associ una terapia di sostegno collaterale, fatta anche di fermenti lattici.

Tutti i prodotti per sverminare un gattino sono uguali?

Non tutti i prodotti per sverminare un gattino o un gatto adulto sono uguali. Ciascun prodotto funziona contro un determinato tipo di parassita intestinale. Ci sono prodotti che coprono più parassiti intestinali, ma non esiste un vermifugo unico e universale che svermini un gattino piccolo per tutti i parassiti esistenti.

Far fare l'esame feci è l'unico modo che si ha per sapere esattamente quanti e quali tipi di parassiti intestinali il gattino abbia, in modo che il veterinario possa prescrivervi un prodotto o più prodotti sverminanti che eliminino tutti i parassiti.

Molto spesso i gattini presentano parassitosi intestinali multiple, con parassiti variamente associati fra di loro. Inoltre non è detto che se un esame feci viene negativo o se presenta solamente Ascaridi, in futuro non manifesti altri tipi di parassiti. Il ciclo vitale di ciascun parassita è diverso dall'altro, quindi potrebbero manifestarsi parassitosi diverse in momenti diversi. Questo vuol dire che un singolo esame delle feci non è sufficiente, soprattutto nei gattini piccoli vanno ripetuti a distanza di settimane.

Inoltre per molti parassiti non basta una sverminazione e basta: possono essere richiesti cicli di sverminazione lunghi o ripetuti, dipende dal parassita con il quale avete a che fare.

Altro dettaglio: se non sapete quali parassiti intestinali ha il gattino e dare un vermifugo alla cieca, rischiate di creare gravi danni al gattino. Non mi riferisco al dare un vermifugo che non copra per quel particolare parassita, mi riferisco a gattini che, per esempio, vengono trattati con determinati prodotti ad ampio spettro per ascaridi e tenie senza sapere se abbiano o meno Strongili polmonari.

Ipotizziamo un gattino che ha gli Strongili polmonari, ma voi non lo sapete perché non lo avete mai portato dal veterinario a fare un esame feci o un Baermann: gli date uno dei più comuni vermifughi alla cieca, comprato direttamente in farmacia senza passare dal veterinario. Quello che succede è che il gatto potrebbe sviluppare una grave dispnea con insufficienza respiratoria, oltre a una diarrea potenzialmente mortale nel giro di pochi giorni.

Se foste andati dal veterinario e aveste seguito l'iter corretto, il veterinario avrebbe potuto sapere che il gattino aveva anche gli Strongili e avrebbe potuto attuare il necessario protocollo per minimizzare i rischi di dispnea e diarrea gravi. Quando un gattino ha gli Strongili, infatti, il veterinario lo svermina con un protocollo particolare, ma attua anche terapia di sostegno per evitare effetti collaterali. Ma se fate di testa vostra, tutto questo non viene fatto e a rimetterci la vita è il gattino

Procedure di sverminazione del gattino NON corrette

Qui di seguito alcune procedure di sverminazione del gattino NON corrette:

  • gattino sverminato con prodotti acquistati a casaccio in farmacia: ben che vada, avete speso soldi inutilmente per un prodotto che in quel momento non serve. Mal che vada, ricadete nel caso degli Strongili ipotizzato prima
  • gattino mai sverminato perché non avete mai visto niente nelle feci: essendo che gli occhi umani non hanno la stessa risoluzione di un microscopio, direi che il fatto di non aver visto parassiti nelle feci non esclude che ci siano
  • gattino sverminato una volta e basta: nel caso degli Ascaridi, per esempio, il ciclo vitale del parassita è lungo, per cui sono richieste diverse sverminazioni a scadenze precise, in modo da eliminarli tutti
  • gattino sverminato col prodotto che un veterinario ha dato al gattino del vostro vicino: ci sono tanti parassiti intestinali, con parassitosi intestinali multiple e vermi variamente associati fra di loro. Se non fate un esame delle feci, come fate a sapere che il gattino del vostro vicino ha gli stessi parassiti del vostro? Avete un microscopio a casa? Sapete fare un esame delle feci? Sapete riconoscere le uova dei parassiti? Avete le giuste conoscenze per prescrivere un protocollo di sverminazione al posto di un altro?
  • gattino sverminato con prodotti naturali: non funzionano, la concentrazione di principi attivi contenuti in determinati prodotti naturali non è tale da riuscire a sverminare un gatto. Dovrete dargli una quantità enorme di questi prodotti naturali. Inoltre molti di questi prodotti sono potenzialmente tossici per il gatto. Mi riferisco a chi si ostina a volerli sverminare con l'aglio: aglio e cipolla non vanno dati al gatto, il rischio di anemia emolitica e morte è altissimo

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail