Le conseguenze del cambio dell'ora sugli animali

Siete pronti per il cambio dell'ora? Ma lo sono anche i nostri animali? Ecco le conseguenze del cambio dell'ora sugli animali.

Gatto che dà la sveglia

Nella notte fra sabato 27 ottobre e domenica 28 novembre 2018 ci sarà di nuovo il cambio dell'ora: dall'ora legale passeremo all'ora solare. Il che vuol dire spostare le lancette dell'orologio un'ora indietro che, tradotto, significa dormire un'ora in più (ovviamente solo quella domenica). Questo vuol anche dire che di sera farà tristemente buio prima, mentre ci sarà più luce al mattino. Se è ormai assodato che il cambio da ora legale a ora solare e da ora solare a ora legale perturba notevolmente i ritmi circadiani delle persone, ivi inclusi i bambini, pare che il cambio dell'ora non abbia particolari conseguenze sugli animali.

Nessuna conseguenza del cambio dell'ora sugli animali

Secondo diversi studi effettuati, cani e gatti non hanno nessuna ripercussione per quanto riguarda il cambio dell'ora. Il loro orologio interno è più capace del nostro di abituarsi al cambio. Soprattutto i gatti non mostreranno nessun disagio, visto che regolano il proprio ciclo di veglia/sonno basandosi sulla luce presente all'esterno e ai rumori.

L'unico problema riscontrato è che, per abitudine, il cane o il gatto vengano a svegliarci al mattino per chiedere cibo o una passeggiata all'ora precedente. Questo semplicemente per una questione di abitudini. In pratica, in questo caso, è più il cambio della nostra routine quotidiana ad infastidirli che non il cambio dell'ora vero e proprio. Solitamente, però, anche cani e gatti più sensibili a queste modifiche della routine, dopo qualche giorno adattano nuovamente i propri ritmi al nostro. Possibile che in questo periodo di adattamento l'animale appaia un po' più nervoso e infastidito.

Come abituare gli animali al cambio dell'ora?

Se avete un cane o gatto molto abitudinario, è possibile che, nonostante il cambio dell'ora, lui si presenti puntualmente all'ora vecchia a chiedere cibo o una passeggiata. Per evitare ciò, bisognerebbe abituare gradualmente l'animale nel corso delle settimane precedenti il cambio dell'ora ad anticipare o ritardare il momento della richiesta cibo/passeggiata, a seconda che si passi da ora solare a ora legale o da ora legale a ora solare.

Per fare questo, nel corso delle settimane precedenti modificate progressivamente di pochi minuti per volta gli orari in cui riempite la ciotola al mattino o portate il cane in passeggiata, in modo da arrivare al cambio dell'ora preparati.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail