Halloween, un viaggio alla scoperta degli animali più "terrificanti"

In occasione della notte di Halloween, il WWF ci fa scoprire alcuni degli animali più “terrificanti” e le loro caratteristiche più interessanti.

In occasione della notte di Halloween, che si celebrerà proprio oggi, il WWF ci porta in un mondo “terrificante”, fatto di ragni, pipistrelli e serpenti! In questa particolare occasione, l’associazione ha infatti deciso di rivelarci alcune curiosità sugli animali più “temuti” che simboleggiano proprio la Festa di Halloween, per farci capire che, in fin dei conti, non si tratta di animali poi così spaventosi!

Siete curiosi di scoprire quali sono gli animali più terrificanti? Conosciamoli insieme!


  • Pipistrelli: si tratta di animali particolari. Sono infatti gli unici mammiferi in grado di volare. Questi animali conducono una vita notturna, e comunicano fra loro attraverso gli ultrasuoni, che gli permettono di catturare gli insetti dei quali si nutrono, e di orientarsi anche in spazi completamente bui.

  • Serpenti: anche i serpenti sono spesso vittime di pregiudizi e di gesti orribili, poiché sono associati al male. In realtà, i serpenti non hanno nulla di spaventoso. Si tratta di animali fondamentali per gli ecosistemi in cui vivono, e nonostante siano privi di zampe sono in grado di muoversi grazie alle contrazioni muscolari del tronco e delle squame, e alcuni riescono persino ad arrampicarsi sugli alberi. In Italia, solo tipi di 5 vipere sono velenose, e raramente letali.

  • Allocco: è il secondo rapace notturno più grande d’Italia dopo il gufo reale. Il fatto che conduca una vita notturna e il suo verso non esattamente rassicurante lo hanno reso uno degli animali più temuti al mondo, ma in realtà l’allocco è un animale innocuo. Anzi, si tratta in realtà di un predatore di roditori davvero abilissimo, quindi sarebbe un ottimo vicino di casa!

  • Ratto: anche il ratto è spesso temuto perché vittima di pregiudizi, ma in realtà dovete sapere che questi animali hanno delle capacità davvero straordinarie. I ratti hanno infatti sensi sviluppatissimi (olfatto, udito e tatto) che li rendono tra gli animali più adattabili e meglio evoluti della Terra.

  • Ragni: e per finire, scagioniamo anche i ragni, dei quali ne esistono addirittura quasi 50.000 specie differenti! Alcune persone temono che il morso di ragno possa essere mortale, ma in realtà solo in un bassissimo numero di specie può causare seri pericoli. In Italia le specie velenose sono davvero pochissime, quindi nella maggior parte dei casi, avrete certamente di fronte un ragno innocuo.


via | Ansa

Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail