Come calmare un gatto spaventato dai botti

Anche i gatti possono avere paura di botti, petardi e fuochi artificiali. In vista di Capodanno, ecco come fare per calmare un gatto spaventato dai botti.

Gatto impaurito dai fuochi d'artificio

Tutti gli animali possono essere spaventati dai botti di Capodanno, non solo i cani. Anche i gatti hanno paura di botti, petardi e fuochi d'artificio. Molto dipende dal gatto: ci sono mici che sono del tutto indifferenti ai botti, altri che ne sono, invece, terrorizzati. Se avete un gatto che ha paura dei botti, parlatene per tempo col vostro veterinario: ci sono integratori che si possono dare per rilassare i gatti e aiutarli a superare questi momenti di ansia, ma vanno iniziati per tempo. Avete un anno di tempo da un Capodanno all'altro per lavorare sulla fobia del vostro gatto: non riducetevi ad andare dal veterinario all'ultimo minuto, magari la sera stessa di Capodanno.

Gatto che ha paura dei botti: sintomi

Come fare a capire se il gatto ha paura dei botti? Ci sono alcuni sintomi che possono suggerirvi che il gatto sta per avere una crisi di panico:

  • tremori
  • il gatto ansima
  • midriasi
  • schiaccia le ghiandole paranali
  • ha le orecchie tutte tirate indietro e sta tutto raccolto su se stesso
  • miagola infastidito e impaurito
  • cerca di nascondersi sotto i mobili o il letto
  • muove nervosamente la coda
  • miagola come impazzito, mentre corre e salta anche sui muri

Come calmare un gatto spaventato dai botti? Consigli

Nel caso sappiate già che il vostro gatto è spaventato dai botti o dai petardi, preparatevi per tempo:

  • tenete il gatto in casa, meglio se chiuso in una stanza
  • assicuratevi che porte e finestre siano ben chiuse
  • lasciate dei ripari a disposizione sotto il quale il gatto possa rintanarsi
  • tenete accese radio e TV in modo che senta meno il rumore dei botti
  • cercate di distrarlo facendolo giocare

Se il gatto ormai è in piena crisi di panico, ecco quello che potete fare per calmarlo:

  • non toccarlo o cercare di bloccarlo (a meno che non sia in una evidente situazione di pericolo): l'unico risultato di cercare di bloccare un gatto impaurito, sarà quello che il gatto si rivolti contro di voi, mordendovi e graffiandovi. Se proprio dovete fermarlo, cercate di gettargli sopra un asciugamano o una coperta, in modo che si limitino i morsi e i graffi
  • se il gatto va a nascondersi sotto il tavolo o sotto il letto, lasciatelo lì, non cercate di tirarlo fuori. Sedetevi poco distante e fatevi vedere calmi e tranquilli
  • aspettate che sia lui ad avvicinarsi a voi, controllate i movimenti e la postura di orecchie e coda prima di toccarlo e accarezzarlo
  • accarezzatelo solamente quando è tranquillo
  • parlategli in modo basso e tranquillo
  • non fissatelo negli occhi. Quando lo guardate per controllare come sta, ricordatevi di fargli l'occhiolino per segnalargli che non lo state guardando con intenzioni ostili

Cosa non fare quando il gatto è spaventato dai botti

Ecco cosa NON fare quando il gatto è spaventato dai botti:

  • NON lasciatelo in giardino, sul terrazzo o sul balcone: dalla paura, cercherebbe di scappare in ogni modo, anche se questo volesse dire cadere giù dal balcone o rimanere infilzato sulla recinzione del giardino. Inoltre un gatto impaurito che fugge di casa non bada alle macchine che passano e il rischio che venga investito e che muoia è alto
  • non cercate di toccarlo, prenderlo o trattenerlo con la forza: il gatto si rivolterebbe contro di voi. Anche se si sta arrampicando sui muri, aspettate che si calmi prima di cercare di afferrarlo (sempre tramite una coperta o calando il trasportino dall'alto, cose che potete fare solamente quando sta un po' fermo)
  • non tiratelo fuori dal nascondiglio che si è scelto: oltre al fatto che vi morderebbe e graffierebbe, lui lì si sente al sicuro
  • niente fai-da-te: non dategli tranquillanti di testa vostra senza prima aver sentito il veterinario. Ben che vada gli farebbero effetto opposto (quindi gatto iper eccitato), mal che vada rischiate di farlo collassare (rischio anche di morte)

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail