Ipervitaminosi A nel gatto: sintomi

C'è un motivo per cui il veterinario vi dice di non dare troppo fegato da mangiare al gatto. Il motivo si chiama ipervitaminosi A: ecco sintomi e segni clinici.

Gatto che ti guarda male

Di base, la vitamina A è un nutriente fondamentale per i gatti. Tuttavia anche un eccesso di vitamina A nella dieta può provocare tossicosi e malattie (il concetto è valido per tutte le vitamine e minerali). La principale causa di ipervitaminosi A nel gatto è una dieta errata. Vuoi per eccessiva somministrazione di fegato nell'alimentazione del micio, vuoi per un'eccessiva integrazione (solitamente non accade con i mangimi commerciali che sono già ben bilanciati, ma è più probabile che succeda somministrando alla cieca integratori multivitaminici in gatti che non necessitano di quella particolare integrazione), ecco che il gatto sviluppa una forma di ipervitaminosi A.

Ipervitaminosi A nel gatto: sintomi e segni clinici

I sintomi da ipervitaminosi A nel gatto non si notano subito, ma si vedono dopo anni in cui al gatto è stato somministrato un'eccesso di vitamina A o retinolo (vitamina liposolubile). Oppure si vedono quando la dose giornaliera di vitamina A nella dieta supera i 17 mg/kg. Tutta la vitamina A in eccesso viene immagazzinata nel fegato, causando un danno epatico.

I principali sintomi di ipervitaminosi A, poi, si vedono a livello delle ossa. Colpite soprattutto le vertebre cervicali e le ossa lunghe degli arti anteriori, con coinvolgimento del periostio, iperplasia sottoperiostale con assenza di osteolisi (soprattutto a livello delle inserzioni di tendini e legamenti). Tutto ciò, a sua volta, causa, spondilosi cervicale deformante, iperplasia osteocartilaginea, anchilosi di vertebre e articolazioni, osteoporosi, danni epifisari, esostosi e restringimento dei forami intervertebrali.

Considerate poi che i sintomi di ipervitaminosi A nei gattini iniziano a comparire già 4-6 settimane dopo l'inizio della dieta errata:

I sintomi di ipervitaminosi A negli adulti sono:

  • rigidità articolare
  • dolorabilità a collo e zampe anteriori
  • difficoltà a pulirsi
  • difficoltà a muoversi
  • zoppia
  • anoressia
  • abbattimento
  • letargia
  • perdita di peso
  • pelo arruffato e opaco
  • stanno seduti a canguro (per non caricare il peso sugli arti anteriori)

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail