Tossicità da ipervitaminosi in cani e gatti: cause e cosa fare

Fate attenzione a somministrare troppe vitamine ad animali che non ne hanno bisogno, si rischia di andare incontro a fenomeni di tossicità da ipervitaminosi.

Pastore Tedesco e gattino

Continua ad esserci questa moda di somministrare vitamine a casaccio a cani e gatti anche quando non ne hanno bisogno. Magari soffrono di altre malattie per cui non avrebbero bisogno di vitamine, magari le si danno perché li si vede giù, ma ci si guarda bene dal portarli dal veterinario e si preferisce il fai-da-te bombardandoli di vitamine inutili (magari il cane è giù perché ha la febbre, una piometra, una Leishmania, un'insufficienza renale...), magari perché quel conoscente che ha sempre avuto cani vi ha consigliato di dargli tante vitamine per farlo crescere bene. Ecco, esiste una forma di tossicità da ipervitaminosi in cani e gatti: se date un eccesso di vitamine ad un animale che non ne ha bisogno, lo mandate in iperdosaggio provocandogli anche seri problemi. E questo vale anche in umana.

Tossicità da ipervitaminosi in cani e gatti: cause

Fondamentalmente la tossicità da ipervitaminosi in cani e gatti si ha quando l'assunzione delle vitamine con la dieta o con integratori da noi somministrati supera i fabbisogni giornalieri normali del pet. Se questa iper assunzione prosegue nel tempo, ecco che possono svilupparsi sintomi da tossicità, sintomi che variano a seconda della vitamina.

Per esempio, si può avere un'ipertossicità da vitamina A se forniamo al nostro cane o gatto diete contenenti troppo fegato o facciamo integrazione con troppo olio di fegato di merluzzo. Inoltre ricordo che il motivo per cui nelle tartarughe acquatiche in ipovitaminosi A non si fanno iniezioni di vitamina A, ma gliele si dà per bocca, è proprio per evitare il sovradosaggio da vitamina A: se inietto troppa vitamina A, non è che poi posso andare a togliergli l'eccesso. I sintomi più comuni di un iperdosaggio da vitamina A sono:

  • letargia
  • anoressia
  • dimagramento
  • rigidità
  • alterazioni della sensibilità soprattutto nella regione del collo
  • stipsi
  • deformità ossee
  • difficoltà nella deambulazione

Altri sovradosaggi tipici sono quelli da vitamina B6 o da vitamina C. In caso di tossicità da vitamina B6 come sintomi abbiamo:

  • sintomi da neurotossicità
  • aumentata sensibilità alla luce

I sintomi dell'ipervitaminosi C di più comune riscontro sono:

  • diarrea
  • meteorismo

Particolare è il sovradosaggio da vitamina D, provocato dalla somministrazione impropria di integratori contenenti vitamina D, da troppo olio di fegato di merluzzo, dall'ingestione di piante come il Cestrum e anche dall'avvelenamento da rodenticidi, visto che alcuni di essi contengono colecalciferolo (quindi in questo caso avremo avvelenamento e intossicazione). In caso di iper tossicità da vitamina D come sintomi abbiamo:

  • anoressia
  • vomito
  • diarrea
  • polidipsia
  • poliuria
  • depressione
  • emorragie
  • aritmie
  • dolorabilità ossea

Tossicità da ipervitaminosi in cani e gatti: cosa fare

Prima di tutto evitare di intossicare i nostri cani e gatti somministrando vitamine a casaccio senza che ci sia una reale motivazione per farlo. La diagnosi di tossicità da vitamine avviene a seguito di visita e anamnesi: fondamentale in questo caso l'onestà di ammettere di aver somministrato determinate vitamine, i sintomi descritti sono comuni anche ad altre malattie e avvelenamenti, quindi per una diagnosi più precisa non mentite e non omettete nulla.

Possibile anche che il vostro veterinario vi richieda una serie di esami completi per stabilire lo stato di salute generale dell'animale e, solo per alcune vitamine, vi richieda dosaggi specifici (non si fanno per tutti e non tutti i laboratori fanno tali esami).

La terapia fondamentalmente è sintomatica e di sostegno, una volta che avete dato troppe vitamine non è che si possono togliere, quindi si sostiene il resto dell'organismo sperando di non aver creato troppi danni permanenti.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail