Asti: chi non lava la pipì dei cani rischia una multa di 500 euro

Quando portate a spasso il vostro cane, pulite mai dove fa la pipì? Se la risposta è no, ad Asti rischiate una multa di 500 euro.

Asti urine cani

Ad Asti, chi non pulisce la pipì del proprio cane durante la consueta passeggiata rischia una multa salata. A stabilirlo è un’ordinanza firmata dal sindaco Maurizio Rasero, che ha lo scopo di preservare l'igiene e il decoro delle strade.

In tal senso, e per questa ragione, i padroncini dei cani rischieranno controlli e sanzioni, e dovranno quindi portare con sé non solo il sacchettino e la paletta necessari per raccogliere gli escrementi del proprio cane, ma anche dell’acqua per lavare via l’urina dalla strada.

Se il proprietario dell’animale non presenterà questi accessori, potrebbe rischiare una multa che andrà dai 25 ai 500 euro.

A spiegarci il motivo di tale provvedimento è lo stesso Primo Cittadino di Asti, che spiega che coloro che non rimuovono i bisognini dei propri animali dalle strade non solo danneggiano il decoro pubblico, ma mettono anche a rischio la salute dei cittadini:

Tale provvedimento è stato adottato poiché la mancata rimozione delle deiezioni animali e la relativa pulizia del suolo pubblico, in particolare sui marciapiedi destinati ai pedoni, nelle aiuole e nei luoghi destinati alla ricreazione e allo svago dei cittadini, oltre a costituire un atto di maleducazione e di inciviltà, possono comportare rischi per la salute della popolazione, soprattutto per le fasce più esposte.

via | Ansa
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail