Bailey, la triste storia del cane soppresso per il suo aspetto

Un cane è stato soppresso in Inghilterra per via del suo aspetto. Ecco la triste storia di Bailey.

Bailey

Bailey era un cane dolcissimo e giocherellone, ma purtroppo viveva in un Paese in cui il suo aspetto e la sua razza non erano accettati a causa di una legge obsoleta e assurda. Quella di Bailey è una storia assurda, come è assurdo che casi del genere avvengano in un Paese teoricamente civile. Bailey è stato infatti sottoposto a eutanasia per rispettare il Dangerous Dogs Act, ovvero una legge che stabilisce quali sono le razze pericolose in Inghilterra, e che nel 2017 ha portato alla soppressione di 81 cani, senza alcuna valida ragione.

A raccontare questa assurda vicenda è Caroline Allen, responsabile veterinaria della RSPCA (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals), ente di beneficenza per la protezione animali inglese, che spiega:

In qualsiasi altra circostanza lo avremmo aiutato a stare meglio, lo avremmo mandato in uno dei nostri centri di recupero e gli avremmo trovato una famiglia meravigliosa con cui passare il resto della sua vita. Ma la vita di Bailey è stata tragicamente e ingiustamente interrotta a causa di quella legge.

In realtà Bailey e molti altri cani della sua razza potrebbero tranquillamente vivere nella società. Non hanno mai dato motivo di pensare diversamente, ma a causa di una legge crudele e obsoleta, il loro triste destino è già scritto.

Poco prima che la vita di Bailey fosse strappata via, i membri della RSPCA hanno realizzato un video (che potete trovare qui sotto), poi pubblicato sui social, dove spiegano il trattamento ingiusto che sono costretti a subire tanti cani innocenti, e chiedono agli utenti di sostenere la battaglia contro una legge assurda e disumana.