San Valentino 2019: non regalate animali ma peluche

A San Valentino 2019 non regalate animali, ma peluche. L'appello arriva dall'AIDAA.

peluche

A San Valentino 2019 non regalate animali domestici. Piuttosto regalate peluche. È lo stesso consiglio che gli esperti danno in occasione dei regali di Natale, quando si rischia di regalare a qualcuno, soprattutto bambini, un cane o un gatto del quale non sono in grado di prendersi cura. O del quale si stancano presto, proprio come fanno i più piccoli con i giocattoli. Ma un pets non è un oggetto.

Secondo le stime riportate dall'AIDAA, saranno circa 7mila i cuccioli che saranno regalati nel giorno della festa degli innamorati. Non solo cani e gatti, ma anche conigli, criceti e tartarughe d'acqua dolce. Nella maggior parte dei casi si tratta di regali "non concordati", che lasciano spiazzati chi li riceve. E magari il destinatario non si può prendere cura di loro.

Il risultato è che almeno la metà, soprattutto conigli, criceti e tartarughe, o ritornano indietro, nella migliore delle ipotesi, o vengono abbandonati, nella peggiore. Lorenzo Croce, presidente dell'associazione in difesa degli animali, lancia l'appello:

Per San Valentino non regalate animali men che meno comperateli. Cani e gatti non sono peluche o giocattoli, quindi se proprio volete regalate un bel peluche, o se ritenete che sia gradito un animale, andate a cercarlo in canile o in gattile ma che sia un'adozione comunque consapevole, per evitare inutili successivi abbandoni.

Adottare un animale domestico non è un gioco o uno scherzo. Si tratta di esseri viventi che hanno bisogno di cure, amore, affetto, di una casa che li accolga. E ne hanno bisogno per il resto della loro vita. Pensateci bene prima di adottarne uno e soprattutto prima di regalarlo a un'altra persona che magari non si aspetta per niente un dono del genere.

Foto Pixabay

  • shares
  • +1
  • Mail