Statistiche animali domestici Italia 2019: quanti pets vivono nelle nostre case?

Le statistiche sugli animali domestici in Italia 2019 ci dicono quanti cani, gatti e altri pets vivono nelle nostre case.

Statistiche animali domestici Italia 2019

Statistiche animali domestici Italia 2019: lo sapete quanti sono i cani, i gatti, i criceti, gli uccellini e tutti gli altri animali da compagnia che condividono con noi la vita e anche le nostre case. In Italia sono davvero tanti. Così tanti che siamo il secondo paese in Europa in quanto ad animali domestici.

A dirlo è un'indagine del Censis dal titolo "Il valore sociale dei medici veterinari", che ci rivela i dati della presenza degli animali domestici nelle nostre case. Sono tanti, li amiamo sempre di più, a volte li umanizziamo un po' troppo, ma faremmo di tutto per loro. E loro fanno di tutto per farci stare bene. Senza chiedere, in realtà, mai nulla in cambio.

Quanti animali vivono in Italia?

L'Italia è seconda in Europa per animali domestici, con una presenza nel 52% delle abitazioni italiane. Sono particolarmente presenti nelle case di chi si è separato o ha divorziato, con una percentuale del 68%, e nelle case di chi è single, con una percentuale del 54%. In Italia vivono 53,1 animali da compagnia ogni 100 abitanti. Siamo secondi solo all'Ungheria (54,2 ogni 100 persone), ma arriviamo prima di Francia (49,1), Germania (45,4), Spagna (37,7) e Regno Unito (34,6).

32 milioni gli animali domestici, con gli uccelli in pole position seguiti da gatti e cani. Nel dettaglio viviamo con 12,9 milioni di uccelli, 7,5 milioni di gatti, 7 milioni di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi (criceti e conigli), 1,6 milioni di pesci, 1,3 milioni di rettili.

E spendiamo davvero molto per la loro salute e il loro benessere. Si stima che nel 2017 le famiglie italiane con un animale domestico hanno speso per i loro pets 5 miliardi di euro, con una crescita superiore al 10% negli ultimi tre anni. Dove spendiamo i nostri soldi? In cibo, collari, guinzagli, gabbiette, lettiere, prodotti per la cura dei pets e, ovviamente, spese veterinarie.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail