Gli anziani che vivono con un cane ringiovaniscono di 10 anni

Una ricerca ha dimostrato che vivere con un cane migliora la qualità di vita e la salute delle persone anziane.

Cane e proprietari anziani

Secondo il rapporto "Senior Italia Federanziani su "Over 65 e animali da compagnia" presentata a Roma all'interno del progetto "Insieme è meglio", avere un cane è un toccasana per gli anziani: li aiuta a stare in forma e li ringiovanisce di 10 anni. Vivere insieme ad un animale da compagnia influenza positivamente la nostra salute. 7 over 65 su 10 ammette che avere un animale domestico influisce positivamente sia sul benessere fisico che su quello mentale. Questo perché un animale obbliga le persone anziane a muoversi di più, cosa che influisce poi anche sulla loro salute. Più dell'89% delle persone anziane intervistate ha ammesso di portare a spasso il proprio cane e il 78,7% lo fa regolarmente tutti i giorni. Ottima poi anche l'influenza sulla salute mentale.

I cani aiutano gli anziani a rimanere giovani

Il Centro Studi Senior Italia ha scoperto che i proprietari di cani hanno il 57% di probabilità in più di fare attività fisica rispetto a chi non ha cani. Il che è ovvio, visto e considerato che i cani devono essere portati in passeggiata minimo 2-3 volte al giorno (se di più ancora meglio). Si è visto che gli anziani che hanno un cane tendono a essere maggiormente in forma, dimostrando anche dieci anni in meno.

I proprietari senior di animali, poi, tendono a essere più accorti: rispettano e provvedono alle cure veterinarie e si adoperano continuamente per accudire il proprio beniamino, ogni giorno. Sempre secondo i dati raccolti, camminare 100 minuti al giorno col proprio cane aiuta in diversi casi:

  • si hanno meno complicanze in caso di diabete
  • riduzione delle malattie cardiovascolari
  • aumento dell'autostima
  • ridotta incidenza di depressione

Via | Ansa

Foto | iStock

  • shares
  • Mail