Insulinoma nel furetto: cosa si vede a livello dell'ecografia addominale?

Ecco quali sono le principali alterazioni a livello ecografico dell'insulinoma del furetto.

Furetto

Abbiamo già parlato in passato dell'insulinoma nel furetto, uno dei tumori e una delle patologie di più comune riscontro nei furetti. Se vedete un furetto con paralisi del treno posteriore, in cima alla lista di diagnosi differenziali conviene mettere subito l'insulinoma. Nell'articolo precedente ci eravamo concentrati soprattutto su sintomi e terapia dell'insulinoma nel furetto, oggi andiamo a dare maggior rilevanza ad un aspetto della diagnosi: l'ecografia addominale. E per farlo diamo uno sguardo allo studio dal titolo "Ultrasonographic features of insulinoma in six ferrets", Wu RS et al. Vet Radiol Ultrasound. 2017 Sep; 58 (5): 607-612.

Insulinoma nel furetto e ecografia addominale

L'insulinoma del furetto è un tumore del pancreas: è una neoplasia funzionale e secernente, il che vuol dire che il tumore produce insulina, anzi, ne aumenta la produzione da parte delle cellule beta del pancreas endocrino. Ricordiamo brevemente i sintomi dell'insulinoma nel furetto:

  • ipoglicemia
  • scialorrea
  • il furetto si sfrega la bocca con le zampe
  • abbattimento
  • debolezza
  • letargia
  • debolezza degli arti posteriori che simula una paralisi
  • convulsioni
  • coma

Quello che però ci interessa questa volta, è andare a vedere cosa si vede a livello ecografico in un furetto con insulinoma. Quello che lo studio ha fatto emergere è che nei furetti con insulinoma nell'ecografia addominale sono presenti noduli di solito multipli, ipoecogeni (quindi di un grigio più chiaro rispetto al tessuto normale), omogenei e anche con bordi lisci. I noduli di solito si trovano sul lobo sinistro o sul lobo destro, raramente nel corpo pancreatico.

Cosa vuol dire?

Tramite questo studio si è messo in luce come per diagnosticare l'insulinoma nel furetto, oltre agli esami del sangue per evidenziare l'ipoglicemia e l'iperinsulinemia, sia assai utile anche l'ecografia addominale. Questo serve sia per confermare la diagnosi sia nel caso si pensi di intervenire chirurgicamente per capire con quanti noduli si abbia a che fare e dove siano posizionati, viso che comunque si tratta di noduli che andavano da un millimetro e mezzo a cinque millimetri e mezzo.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Via | Veterinary Radiology and Ultrasound

  • shares
  • Mail