Come portare cane e gatto negli Stati Uniti?

Ecco qualche consiglio su cosa fare per portare cane e gatto negli Stati Uniti.

Cane e gatto negli Stati Uniti

Avete deciso di portare il vostro cane o gatto negli Stati Uniti? Bene, dovete fare un paio di cose. Prima di tutto contattare i Servizi Veterinari dell'Asl e chiedere loro la procedura da seguire. L'alternativa è quella di contattare quelli dell'Ambasciata americana. Poi dovrete anche informarvi per tempo con la compagnia aerea su quali siano le loro richieste in merito, non è detto che infatti coincidano con quelle ufficiali richieste dal governo statunitense. Quindi alla compagnia aerea dovrete chiedere che tipo di documenti vogliono, la tempistica di questi documenti, la lingua in cui devono essere redatti, se necessitano di vaccinazioni particolari oltre l'antirabbica, le dimensioni del trasportino per i gatti, se lo forniscono loro, se possibile far viaggiare il cane in cabina...

Cosa fare per portare il cane negli Stati Uniti?

Andando sul sito dell'Ambasciata americana, vengono fornite alcune indicazioni per poter viaggiare col cane dall'Italia verso gli Stati Uniti:

  • per portare il cane negli Stati Uniti serve il Certificato Sanitario per l'Esportazione rilasciato dall'ASL locale. Questo certificato deve essere scritto sia in italiano che in inglese e deve contenere come informazioni: razza, microchip, sesso, età, colore e mantello del cane; nome e indirizzo del proprietario; condizioni di salute del cane; indicazione della data della visita, che il cane è sano e ha fatto l'antirabbica da almeno 20 giorni e da non più di 11 mesi. Questo Certificato ha validità solamente per sei giorni, il costo varia da Asl a Asl. Se il veterinario dell'Asl non è disponibile, è possibile massimo 48 ore prima di andare all'Asl farsi rilasciare un certificato di buona salute dal veterinario e presentarvi con questo all'ASL entro 48 ore dalla sua emissione. Il rilascio di tale Certificato Sanitario avverrà solo se presenterete il certificato di buona salute e il Modello 12 dell'antirabbica (che a sua volta presuppone di aver già microchippato il cane e di avere il relativo certificato)
  • certificato di vaccinazione contro la rabbia: è il Modello 12 che vi rilascia il veterinario che vi fa il vaccino, dovete avere con voi anche questo (anche quando vi recate negli Stati Uniti)
  • conviene anche farsi fare il passaporto europeo per il cane e il gatto, non solo è un documento in più da presentare, ma vi serve poi anche per il rientro in Europa
  • per recarvi nelle Hawaii, non solo c'è una quarantena da rispettare, ma ci sono anche altre regole da seguire, per cui informatevi prima con l'ambasciata

Come portare il gatto negli Stati Uniti

Apparentemente sembra più facile portare il gatto negli Stati Uniti:

  • come sempre conviene avere passaporto europeo, antirabbica, documento di applicazione del microchip e Modello 12 per la rabbia
  • curiosamente il CDC non sembra richiedere obbligatoriamente il Certificato Sanitario, tuttavia alcuni Stati lo vogliono, così come alcune compagnie aeree. Per cui seguendo le modalità di cui sopra conviene farlo
  • tecnicamente alcuni stati non richiedono neanche l'antirabbica, però comunque vi serve per tornare in Italia, quindi dovete farla

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail