Puoi avere un cane? Ecco cosa prendere in considerazione

Prima di decidere di prendere un cane, tenete bene a mente queste considerazioni.

Prendere un cane

E' una cosa che accade spesso: i figli che cominciano a insistere con i genitori per prendere un cane. Dopo un incessante martellamento pneumatico, i genitori solitamente finiscono col cedere. Figli contentissimi, promesse infinite che si occuperanno loro del cane per qualsiasi sua esigenza e due giorni dopo l'arrivo del cane in casa i genitori si rendono conto che sarà loro compito a vita gestire il cane. Il figlio comincerà ad addurre scuse come la scuola, i compiti, le partite con gli amici, fa troppo freddo, la stanchezza e via dicendo. E ai genitori non rimarrà che far buon viso a cattivo gioco, occupandosi del cane per il resto della sua vita.

Quindi quando i vostri figli vi chiederanno insistentemente un cane, prima di prenderlo, spiegategli chiaramente che quello sarà il loro cane, non quello di mamma e papà. E elencategli esattamente cosa vorrà dire prendersi cura di un altro essere vivente, specificate bene che si tratta di una responsabilità importante e che il cane non è un giocattolo da mettere da parte due giorni dopo che la novità è finita.

Prendere un cane è una responsabilità a vita

Ecco i punti da sottolineare con i figli (e con qualsiasi neo proprietario di cani) prima di prendere il cane:

  • il cane deve mangiare e bere ogni giorno: bisognerà assicurarsi che le ciotole siano riempite ad orari regolari e che siano sempre pulite
  • i cani devono essere toelettati quotidianamente e controllati: bisogna insegnare sin da cucciolo al cane a farsi controllare orecchie, occhi, bozza e zampe. Inoltre bisogna ricordarsi di mettere regolarmente l'antipulci e di effettuare le normali profilassi e vaccinazioni
  • devono fare passeggiate minimo 2-3 volte al giorno, abbastanza lunghe: non si può saltare la passeggiata perché al mattino si vuole dormire, perché fa troppo freddo, perché si vuole uscire con gli amici. Avete deciso di vivere con un cane, bisogna rispettare le sue esigenze
  • bisogna sempre raccogliere le feci quando il cane le produce in passeggiata e buttarle negli appositi contenitori. O portarsele a casa se in giro non si trovano bidoni dell'immondizia
  • un cane prima o poi si ammalerà, è inevitabile: questo vuol dire che sarà necessario portarlo dal veterinario. Il che comporterà non solo delle spese, ma anche il dover rinunciare magari alla partita di calcio o a quella festa di compleanno per portarlo ai necessari controlli
  • la vita del cane ha una determinata durata, come quella di ciascun essere vivente: è difficile superare il lutto per la morte di un animale domestico, ma fa parte della vita imparare a gestirlo

Via | Newyorker

Foto | iStock

  • shares
  • Mail