Spotorno: il gabbiano Pippo e la sua famiglia riposano sul lettino del lido

Ecco una strana famiglia di gabbiani che si rilassa a mare nello stabilimento balneare Rosita di Spotorno, in Liguria.

gabbiani

Oggi vogliamo parlarvi di una famiglia di gabbiani davvero tenerissima. Stiamo parlando di Pippo e della sua compagna, e naturalmente dei loro tre piccolini nati solo poche settimane fa. Ma per quale ragione vi parliamo di loro? Presto detto. Pippo e la sua dolce metà hanno recentemente deciso di nidificare e crescere i loro piccoli sotto a un lettino nello stabilimento balneare Rosita di Spotorno, in Liguria. Naturalmente la coppia ha scelto un lettino in prima fila per godersi il mare e la tranquillità, e i bagnanti stanno davvero attenti a non disturbare questa tenera famigliola.


Fanno a turno per sorvegliare il nido, o per meglio dire il lettino. Pippo, il più anziano della coppia, frequenta la spiaggia da circa 20 anni. Un giorno si è avvicinato al bar, gli ho dato 2 noccioline e da allora è una presenza fissa. Però non avevano mai fatto il nido in spiaggia, generalmente la sera tornavano sui tetti dei palazzi di fronte alla passeggiata

ha fatto sapere il titolare del lido. Ad aprile la coppia di gabbiani reali aveva deposto delle uova, che purtroppo sono state però rovinate dal mare. Provvidenziale è stato l’aiuto degli umani, che quando la coppia ha deposto delle nuove uova hanno riparato il nido creato dai due animali per proteggerlo.

Sono comparse 3 uova, che due settimane fa si sono schiuse. Per alcuni giorni i piccoli non si sono mossi, ma appena hanno iniziato a esplorare la spiaggia, i lettini sono diventati la loro nuova casa... E ovviamente preferiscono quelli in prima fila.

Nonostante inizialmente i titolari avessero avuto qualche timore per la presenza dei bagnanti, in realtà i gabbiani sono diventati una vera attrazione, ma tutti stanno attenti a non disturbare né i genitori né i piccoli. Che dire? Non possiamo che essere felici per questa tenera famigliola, non trovate?

via | La Stampa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail