Quali sono le razze italiane dei cani?

Bracco italiano

Non per una sorta di sterile campanilismo, ma per ricordare che cani di razza esistono anche da noi in Italia (e non solo all'estero, come spesso siamo portati a credere), oggi, festa della Repubblica, mandiamo un pensiero felice a tutti i cani italiani. Questo è un elenco delle razze italiane dei cani, redatto dall'Ente Nazionale della Cinofilia Italiana (ENCI). Accanto al nome, figura la “specializzazione” del cagnolone.


  • Bolognese (cane da compagnia)

  • Bracco italiano (cane da caccia e da ferma) – in foto

  • Cane corso (cane da guardia, da difesa, da polizia, da pista)

  • Cirneco dell'Etna (caccia, in particolare al coniglio selvatico)

  • Lagotto romagnolo (cane da tartufo)

  • Maltese (cane da compagnia)

  • Mastino napoletano (cane da guardia e da custodia)

  • Pastore bergamasco (cane da pastore per la guida e la custodia del gregge)

  • Pastore maremmano-abruzzese (cane da pastore utilizzato soprattutto per la guardia del gregge e della proprietà)

  • Piccolo levriero italiano (cane da corsa)

  • Segugio dell'Appennino [Lepraiolo italiano] (cane da caccia)

  • Segugio italiano a pelo forte (cane da caccia, da seguita specializzato nella caccia alla lepre e al cinghiale)

  • Segugio italiano a pelo raso (cane da caccia, da seguita specializzato nella caccia alla lepre e al cinghiale)

  • Segugio maremmano (caccia al cinghiale)

  • Spinone italiano (cane da caccia, da ferma)

  • Volpino italiano (cane da guardia e da compagnia)

Se vivete con uno (o più) di questi cani e volete farceli conoscere, potete inviare la foto per la rubrica ClickPet (indicando nome, età, miglior pregio e peggior difetto). E buona festa della Repubblica! Bau!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail