Ecco come abituare un coniglio alla verdura

Il coniglio è un animale strettamente erbivoro: in natura infatti mangia erba, piantine, foglie.

Questi sono tutti alimenti ricchi di fibra e sostanzialmente privi di grassi.Naturalmente anche il coniglio domestico deve mantenere dieta similare: deve quindi mangiare fieno e verdure.

Il fieno deve essere considerato indispensabile e deve essere sempre disponibile in quantità illimatata: questo è la base per mantenere la motilità intestinale del coniglio. I conigli sono meccanismi complessi, il loro intestino si deve mantenere sempre efficiente e in moto. Oltre a questo, il fieno è utile anche per la limatura dei denti: l'animaletto, se non viene bene alimentato, può andare incontro a gravissime conseguenze.

Veniamo ora al punto fondamentale: troppe persone danno mix di semi e cereali al proprio coniglietto domestico, oltre a biscotti e altre schifezze. Questi sono assolutamente inadeguati: sono fonte di troppi carboidrati e grassi, danneggiano l'intestino dell'animale e non favoriscono la limatura dei denti. Oltre al fieno il coniglio DEVE mangiare le verdure: finocchio e sedano sono alla base della dieta di un qualsiasi coniglio domestico.

Se abbiamo acquistato un coniglio da negozio, raramente questo è abituato a mangiare verdure: vanno introdotte lentamente MAI partendo dalle insalate. Tanti infatti sostengono che le insalate provochino diarrea al proprio coniglietto domestico e quindi evitano di darle tornando, per comodità, al mix di semi. Questo è sbagliatissimo: il coniglio, deve infatti abituarsi fin da cucciolo a mangiare verdure. Partiamo con il somministrargli quelle più fibrose e che solitamente non hanno alcuna controindicazioni: quindi sedano e finocchio saranno per lui all'ordine del giorno. Inserite poi il radicchio rosso e via via altri tipi di insalate verdi. No alle carote tutti i giorni: vanno date 1 volta a settimana con estrema parsimonia poichè zuccherine.

Non date verdure cotte o fredde di frigorifero.

Obietterete che a questo punto il coniglio, dal punto di vista del mantenimento quotidiano, verrà a costare parecchio. Sì, il coniglio è infatti un animale ad alto mantenimento economico, al contrario di quello che pensano in molti: necessita fieno di buona qualità, verdure e visite costanti dal veterinario( oltre a sterilizzazione e vaccini semestrali). Se posso permettervi di consigliarvi: favorite sempre l'adozione poiché i coniglietti vengono dati sani, che mangiano già in maniera corretta e, non ultimo, favorirete il recupero di altri piccoli bisognosi.

  • shares
  • Mail