La marcia trionfale dei gattini giapponesi

Un video che spopola in rete mostra un’allegra banda di gattini che suona un motivetto che ti entra nelle orecchie e non ne esce più!

Gatti, gatti, gatti e ancora gatti. C’è bisogno di stare allegri nelle giornate estive e questi gatti che vengono dal Giappone si impegnano per strapparci un sorriso. La loro marcia trionfale sullo schermo è veramente ipnotica. Si inizia con una fila di gatti ordinati, poi – sempre in ordine! – ne spuntano altri, e altri ancora che suonano, danzano, si muovono e fanno sorridere. In tutto quest’ordine sonoro che scorre sullo schermo ci sono delle piccole variazioni da scoprire: il micio che invece di suonare ascolta una radiolina, o quello che tiene la chitarra al contrario. E che dire di quel gattino che suona lo xilofono piroettando a più non posso? Il mio preferito rimane il micione che utilizza i piatti per mangiare invece che per suonare!

Leggiamo sul blog di Jacopo Ranieri la spiegazione di questi simpaticissimi gatti giapponesi:

Colui che li ha creati, il designer giapponese Tomomi Minagawa, ha scelto per i suoi protetti un nome che pare una dichiarazione d’intenti: MitchiriNeko (I gatti complicati) perché provengono dall’ambito interattivo dei puzzle-game per cellulare. Sia chiaro che l’impegno sottinteso in tale dicotomia onomastica spetterà unicamente a chi decida di adottarli, installando incautamente la loro attraente applicazione. A quel punto…È la fine. Questi animali sono spensierati e incostanti, per definizione. Come spiegato anche in calce all’ipnotico video promozionale, l’unico bisogno che li caratterizza è quello di stare sempre vicino ai loro simili, acquisendo così la dote di emettere un verso molto particolare, simile allo squittire di un topo di campagna. Nulla di strano, quindi, nel ritrovarli così entusiasti di un’attività di gruppo, suonando nella versione personalizzata di una banda di paese.

E festa sia!

  • shares
  • Mail