Porcellino d'India timido: impariamo a rapportarci con lui

I porcellini d'India sono timidi per natura, ci sono comunque dei metodi per "farseli amici".

Lo confesso: le cavie non sono il mio animale, tuttavia è impossibile non voler bene a delle patate lesse ambulanti. Patate lesse è ovviamente detto in senso buono: i porcellini d'India sono talmente dolci e docili che è davvero impossibile non innamorarsene.

Difficile trovare una cavia particolarmente fiduciosa e socievole nei confronti del genere umano (e come darle torto?) tuttavia ci sono alcuni metodi per "ingraziarsela".

Prima di tutto tentate di attirarla con il cibo. Sono vietatissimi mix di semi e mangimi, ma un pellet di fieno compresso ogni tanto non le ucciderà: badate magari di acquistare quelli di marca ottima con anche una integrazione di vitamina c. Chiamando la cavia con voce dolce, col tempo la golosità vincerà sulla timidezza. Idem possiamo attirarla con la catalogna o il prezzemolo, o le foglie di sedano( occhio a non esagerare, tanto per cambiare le verdure che piacciono come prezzemolo o catalogna contengono molto calcio che affatica alla lunga i reni), o altre insalate miste: particolarmente gradite al palato sopraffino delle cavie!

Come tutti gli animali, la cavia è dotata di intelligenze si rende perfettamente conto di chi la cambia, le dà il cibo etc etc. La svolta, solitamente, avviene quando la cavia sta male e voi la curate e accudite: lì comprende seriamente che voi siete presenti per soccorrerla e curarla.

Tempo, cure e dedizione sicuramente vi faranno avvicinare sempre di più al vostro porcellino d'India l'importante è non avere fretta, non terrorizzarla o spaventarla prendendola subito in braccio o facendola uscire in spazi aperti senza alcuna protezione. Rispettiamo sempre la natura dell'animaletto che abbiamo in casa: la cavia è una preda e teme quindi gli spazi aperti. Non forziamola ma procediamo ad un avvicinamento graduale.

  • shares
  • Mail