Se il cane si rincorre la coda

È un comportamento normale o patologico?

Vi è mai capitato di vedere il vostro cane girare su se stesso per cercare di prendersi la coda? Immagino che guardandolo vi sia scappata una risata… perché si tratta di un comportamento davvero particolare e buffo.

Se il cane l’ha fatto solo una o poche volte, niente di cui preoccuparsi. Ma se il comportamento inizia a presentarsi con maggior frequenza, è necessario chiedere l’aiuto del veterinario.

Infatti, quando il rincorrersi la coda si ripete in modo costante e prolungato, potrebbe trattarsi di un problema comportamentale e, di conseguenza, è necessario l’intervento di un veterinario specialista.

I cani e i gatti, proprio come a volte accade alle persone, possono presentare disturbi compulsivi. Si tratta di comportamenti anomali, manifestati in contesti inappropriati e ripetuti in modo costante.

A volte il cane può iniziare a rincorrersi la coda per attirare l’attenzione dei proprietari: se i proprietari si mostrano ad esempio divertiti mentre il cane gira su se stesso (cioè danno attenzione al cane), possono inavvertitamente rinforzare (accentuare) il comportamento. In questo caso il cane tenderà a manifestare quel comportamento con maggior frequenza, perché è sicuro che girando su stesso otterrà l’attenzione del proprietario.

Altre volte, invece, il disturbo compulsivo origina da altre cause, quali fattori genetici, stress o scarsa stimolazione.

Purtroppo i disturbi compulsivi tendono a peggiorare (aumentano gradualmente) ed è quindi necessario un intervento tempestivo del proprietario. Bisognerà evitare i “rimedi fai da te” e rivolgersi a un veterinario esperto in comportamento animale, il quale potrà impostare la terapia più appropriata.

Foto | flickr 

  • shares
  • Mail