Animalista inglese: un mese da cane di canile

“Voglio mostrare alle persone la vita dei cani di canile, e provare quell’esperienza su me stesso".

Sean Le Vegan, web designer inglese, vegano, animalista e volontario al canile Manchester and Cheshire Dogs Home, passerà trentacinque giorni nelle gabbie di un canile, insieme agli ospiti a quattro zampe della struttura.

L’intento è quello di mostrare alle persone le vere condizioni di vita dei randagi.

Voglio mostrare alle persone la vita dei cani di canile, e provare quella vita su me stesso

Durante i primi quattro giorni, Sean non mangerà, proprio come accade ai cani quando si ritrovano in un ambiente estraneo. Avrà a disposizione solo acqua e una coperta. Sarà libero un'ora al giorno per camminare e usare il bagno.

La toilette sarà ovviamente un problema, così ho pensato di iniziare ad abituare il mio corpo alle nuove abitudini eliminando dalla mia dieta caffeina, sale e zucchero, per fare in modo che il mio organismo riesca a sostenere i livelli d'acqua.

Per rendere l’esperienza ancor più reale, Sean ha deciso anche di farsi impiantare un microchip nella spalla.

Ho voluto sperimentare ciò che un cane prova quando viene chippato.

L’azione dimostrativa di Sean inizierà il 5 ottobre 2013 e ogni attimo del tempo trascorso nella gabbia verrà ripreso dalle telecamere: chi vorrà potrà seguire Sean con una donazione di cinque sterline. Il denaro sarà totalmente devoluto alla Manchester and Cheshire Dogs Home.

Foto | flickr

  • shares
  • Mail