I cani possono entrare in tutti i parchi!

Vi viene mai un pizzico di stizza quando passate davanti ad un posto e vedete che è vietato l'accesso ai cani? Beh, a me si. Mi ripeto sempre con mille scuse autoconvincendomi di cose in cui nemmeno io credo su igene, paure e cose varie e me ne vado altrove dove il mio cane è ben accetto ma come si fa quando "altrove" non esiste? mi spiego meglio. Quando sono venuto a vivere nel mio attuale paese, una delle cose che mi ha lasciato più sconcertato l'ho vista esattamente la sera stessa, al momento della passeggiata con il mio cane. Mi dirigo verso il parco comunale e noto che, piazzato proprio all'ingresso, c'è un cartello con indicato il simbolo che vedete qui sopra. Come spiegavo prima "altrove" inteso come un altro parco, nel mio piccolo paese non esiste e sono costretto a far zampettare il mio cane nei vari prati adiacenti a zone industriali dove, purtroppo, spesso lasciano i rifiuti.

Beh, da stasera andrò al parco perchè ho letto una notizia molto interessante. Il TAR del Piemonte, con la sentenza 593/12, ha decretato l'annullamento di un'ordinanza che vietava l’accesso ai cani, anche se al guinzaglio, in tutte le aree verdi pubbliche. Il sindaco del comune in questione ha spiegato che l'ordinanza è stata emessa per evitare problemi di salute pubblica e di decoro dovuti all'abbandono dei bisognini dei cani, appunto, nelle aree verdi. Questo non è servito a far cambiare idea al TAR che ha, anzi, aggiunto che il rischio è sempre presente ma, invece di vietare l'accesso ai cani, incolpevoli, il primo cittadino doveva aumentare i controlli con la polizia locale e sanzionare chi trasgrediva alla raccolta delle deiezioni. Anche oggi abbiamo trovato una bella notizia per voi!

Via| Leggi Oggi
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: