Guinzaglio e collare o pettorina per i cani: cosa è meglio?

Annoso dilemma: cosa è meglio per il cane? La pettorina con il suo bravo guinzaglio (aggancio dorsale o sul petto?) o il guinzaglio attaccato al collare?

Diciamo subito che questa questione è ancora ampiamente dibattuta, troverete sostenitori e detrattori dell’una o dell’altra ovunque. Ci sono vantaggi nell’usare la pettorina e vantaggi nell’usare il collare, così come ci possono essere anche degli aspetti negativi di entrambi i sistemi di conduzione del cane. In questo articolo non baderò troppo all’aspetto estetico, ma solamente alla praticità e alla funzionalità della pettorina e del collare in rapporto ad eventuali patologie che il loro uso può peggiorare. Anche se a dire il vero la maggior parte dei proprietari opta per l’una o per l’altra puramente su base estetica, lasciandosi incantare dai lustrini e non pensando al suo effettivo utilizzo.

Vantaggi e svantaggi del collare


Husky guinzaglio

Il collare rimane di sicuro quello più diffuso. Ce ne sono di diversi tipi e foggia, da quello classico sottile di stoffa a quello in maglie metalliche con cui realizzare lo strozzo. Ce ne sono con i lustrini, di cuoio, di stoffe più o meno spesse, di plastica, decorati o meno. Diciamo subito che quelli con le borchie e le punte sono da evitare come la peste: non servono per insegnare al cane a non tirare, ma causano solo dolore e fastidio.

Il collare può essere a banda larga, da preferire perché distribuisce meglio lo sforzo o a banda stretta, può essere tenuto alto sul collo per un miglior controllo della testa (utile nei cani in cui bisogna insegnare a distogliere l’attenzione da biciclette, altri cani e via dicendo) o basso. Ricordatevi sempre che non deve essere troppo stretto, se no strozza il cane (ma questo succede raramente) e non deve essere neanche troppo lasso, se no il cane se lo sfila e scappa (questo invece succede regolarmente anche in sala d’aspetto).

Il collare ha il vantaggio di garantire meglio il controllo sulla testa del cane e risulta più semplice da gestire in caso di cane che tira come un folle. Tuttavia un problema c’è: soprattutto cani che tirano parecchio o cani che soffrono di tracheiti croniche o di collasso della trachea, ogni volta che tirano, spingono con la trachea sul collare e infiammano costantemente la parte. Tipico il cane che tira e comincia a tossire. In questi cani, dunque, sarebbe meglio utilizzare una pettorina. Altro caso in cui i veterinari sconsigliano il collare sono cani che soffrono di ernie al disco, non solo a livello cervicale: usando la pettorina si sforza di meno la colonna vertebrale.

Vantaggi e svantaggi della pettorina

Di pettorine ce ne sono di diversi tipi. In linea generale viene sconsigliata quella a X, quella più comune, in quanto in questo modo le forze vengono scaricate troppo sulle zampe, mentre da preferire sarebbe quella ad H o al limite quella ad Y. Personalmente preferisco l’aggancio dorsale a quello sul petto, si ha un controllo migliore del cane, anche se a dire il vero con le pettorine si fa più fatica a contenere cani che tirano o che vogliono sempre stare davanti a noi, specie quando l’attacco della pettorina è molto caudale.

Tuttavia la pettorina è utile in quanto non comprime troppo sulla trachea, distribuendo meglio le forze e non comprime e stressa la colonna vertebrale, sempre per lo stesso motivo. Inoltre sono particolarmente utili nei cani di piccola taglia per toglierli dai guai: spesso questi cagnolini vanno a litigare con cani più grandi. In caso di aggressione si fa in fretta con una pettorina a tirare su il cane in braccio (ma occhio che in questo modo bloccate il cane in quel comportamento di paura o aggressività e rischiate di venire aggrediti voi stessi dall’altro cane), mentre una manovra simile non è possibile con il collare in quanto strangolereste il cane. Occhio a far indossare correttamente la pettorina e anche questa come il collare non deve essere troppo lassa o troppo stretta. E anche in questo caso va valutata la tipologia del cane: se avete un cane molto aggressivo, difficile da far visitare, oltre al fatto che sarebbe buona educazione farlo entrare già direttamente con la museruola e non pretendere che vi venga fornita e fatta indossare dal veterinario (ricordate sempre che il cane è vostro, tocca a voi provvedere alla sicurezza altrui, sia esso il veterinario o le altre persone che incontrate in passeggiata), gestirlo con il collare potrebbe essere più semplice che non con la pettorina, ma anche qui ogni caso deve essere valutato a se stante.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Lyukokki


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail