Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag donne e gatti

Gattari da legare: Surrogatti

pubblicato da Graziella

sciòL’uomo è l’unico animale che non apprende nulla senza un insegnamento: non sa parlare, né camminare, né mangiare, insomma non sa far nulla allo stato di natura tranne che piangere. Plinio il Vecchio

Io non ho nulla contro gli esseri umani, anzi! La mia educazione, i miei studi, mi hanno portata ad avvicinami ai prodotti dell’ingegno umano anziché alla natura. I fenomeni fisici e chimici per me sono puri misteri, e raramente mi ricordo che alla base di quei misteri ci sono formule ampiamente dimostrate (da uomini). Davanti a un’eclissi solare, potrei tranquillamente inginocchiarmi e chiedere pietà alle divinità dell’Olimpo. Eppure, tutta questa mia impostazione umanistica crolla, inevitabilmente, davanti a un gatto.

Non ho nulla nemmeno contro i bambini, non sono un mostro, ma mi trovo in quel particolare momento della vita in cui tutti ti fanno presente che stai diventando vecchia e devi fare figli. Normalmente, io rispondo che ho già i miei gatti. I gatti usano la lettiera, molto più economica dei pannolini, tra le altre cose. I miei gatti a poche settimane già sanno cosa fare, dove andare e dove non andare. Non mi chiedono il motorino ma, purtroppo, fanno tardi la sera e non so mai dove sono né con chi. Adesso che ci penso, mi lasciano sensi di colpa come noi ne lasciamo ai nostri genitori: avrei dovuto portarlo dal veterinario più spesso? Ma li farò mangiare in modo sano? A volte temo di essere stata troppo severa, se hanno combinato qualche guaio, ma non mi tengono mai il muso. Inoltre, da quando avevo 13 anni mi sento dire: “I gatti sono pericolosissimi per le donne incinte!” ma, a parte il fatto che a 13 anni avevo sì e no appeso le bambole al chiodo, mi veniva una voglia incredibile di leccarmi i gatti per mitridatizzarmi alla toxoplasmosi, cosa che forse sarebbe potuta accadere più facilmente con tutti gli insaccati e le verdure lavate male che ho ingurgitato in vita mia.

Tornando ai protagonisti della storia della mia vita, i gatti si affidano alle mie coccole anche se mezz’ora prima li ho inseguiti per dare loro qualche medicina, perfino se ho dovuto fare loro qualche iniezione. Tornano da me fiduciosi, aperti, innocenti, e si mettono nelle mie mani. Forse è questa loro fiducia che mi rende così insopportabili le notizie di maltrattamenti sugli animali. Forse, nell’inferno dantesco, tra i traditori di chi si fida dovrebbero andare anche i criminali che fanno del male agli animali. Per ora, gettandomi tra le braccia di chi dice che le gattare trattano i gatti come surrogati dei figli (surrogatti, concedetemelo), mi accontento dei meravigliosi figli delle mie amiche. La zia pazza e gattara è un bello spauracchio: ti mando da zia Graziella e dai suoi gatti, se non mangi! Però non c’è da preoccuparsi: i miei gatti non hanno problemi condividere la lettiera.

Foto | Flickr

....
condividi 5 Commenti

Gattari da legare: Liz Taylor, la gatta sul tetto che scotta

pubblicato da Graziella

hot roofIeri è morta la “gatta” più famosa del cinema, e noi gattare non potevamo non renderle omaggio. Nel film di Richard Brooks, tratto da un dramma di Tennessee Williams, Elizabeth Taylor interpretava Maggie, donna sposata a un ex atleta alcolizzato e incatenato al ricordo di un suo compagno di squadra, suicidatosi anni prima.

Sullo sfondo della tenuta del suocero, nel sud degli Stati Uniti, il dramma di Maggie è quello di una donna rifiutata dal marito, verosimilmente omosessuale e in preda ai sensi di colpa per la morte dell’amico. Maggie, agguerrita nel voler difendere il proprio matrimonio, afferma di sentirsi come una gatta su un tetto che scotta, ma una gatta che giù non vuol cadere, e che rimarrà aggrappata a quel tetto fino a essere riconosciuta, dal vecchio suocero malato, come l’unica persona “viva” in quella famiglia.

Su Petsblog ci siamo già occupati in passato dello stretto legame tra donne e gatti, e Maggie sembra esserne l’esempio più lampante, in quello che è l’immaginario comune, che vede la donna come un felino, pronto a fare le fusa e a graffiarti un attimo dopo, tenace negli agguati alla preda e feroce nel non mollarla. O, semplicemente, Maggie è una donna con dei cognati insopportabili e un marito che ama piangersi addosso: a quel punto, chiunque di noi tirerebbe qualche graffio.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

La festa delle donne (che amano gli animali)

pubblicato da Roberto Russo

8 marzo: donne e animali da compagnia

Tra mimose e maschere di carnevale, si celebra oggi la festa della donna. Il nome completo è Giornata Internazionale della Donna e in questo giorno si ricordano tanto le conquiste a vari livelli fatte dalle donne quanto le violenze e le discriminazioni cui sono sottoposte ancora oggi. Speriamo che un giorno tale festa sia solo di celebrazione e non ci sia più bisogno di rivendicare quello che sarebbe nella normalità delle cose.

Anche nel piccolo mondo degli animali da affezione le donne hanno un ruolo grande: se da un lato pare che gatti e donne abbiano un legame particolare, dall’altro è probabile che proprio grazie alle donne che cani ed esseri umani siano diventati amici.

Oggi, dunque, è la festa di tutte le donne anche di quelle che amano gli animali, siano essi cani e/o gatti, ma anche le amanti dei furetti, dei criceti e di tutti gli animali domestici che vengono in mente. E festa sia.

8 marzo: donne e animali da compagnia8 marzo: donne e animali da compagnia8 marzo: donne e animali da compagnia8 marzo: donne e animali da compagnia

Continua a leggere: La festa delle donne (che amano gli animali)

....
condividi 0 Commenti

Le donne, i gatti e auguri per l'8 marzo

pubblicato da M.Barbara

Donna anziana e gatto

In questi giorni su Petsblog abbiamo affrontato spesso, tra il serio e il faceto, il rapporto speciale che unisce le donne ai gatti. Visto che domani si festeggerà la Giornata internazionale della donna o Festa della donna, scegliete voi come chiamarla, che ne pensate di personalizzare dei biglietti di auguri da regalare alle vostre amiche? Io ho scelto alcune foto delle tante immesse in rete, voi potreste anche copiare l’idea inserendo nella foto voi stesse, se siete donne, e il vostro pet.

Donna e gatto in penombraDonna con tre gattiDonna e gatto in bianco e neroDonna che gioca e gatto grigioRagazza con gattoDonna anziana e gatto

Foto | Frerieke, Sleepingcatbeads, Sansreproache, Alubavin, Leslieduss, JonraWilson

....
condividi 0 Commenti

Donne e gatti: uno studio ne conferma il legame

pubblicato da Roberto Russo

Donne e gatti: uno studio ne conferma il legame

I gatti ci amano! Un nuovo studio scardina lo stereotipo dei gatti come animali freddi e distaccati che dai loro umani cercano solo il cibo. Non solo: lo studio evidenzia anche come il rapporto tra gatti e donne sia “più speciale” rispetto a quello che c’è tra gatti e uomini (ne parlavamo anche qualche giorno fa nel post: Se hai un gatto, o sei gay o sei una zitella)

La ricerca – che verrà pubblicata prossimamente su Behavioural Processes – ha tenuto sotto osservazione quarantuno gatti e i loro umani per alcuni mesi. Gli studiosi hanno annotato i comportamenti sia dei felini che degli umani e hanno valutato come la personalità degli uni influenzi gli altri e viceversa. L’osservazione ha evidenziato quello che forse è ovvio per chi con i gatti ci vive, ma non lo è per chi conosce i mici solo per “sentito dire”: c’è un vero e proprio attaccamento dei gatti ai loro umani e di questi ai felini tanto che si viene a instaurare quasi una sorta di codice per cui tanto i gatti che gli esseri umani capiscono quanto l’altro vuole attenzione e coccole.

Lo studio ha messo anche in evidenza la memoria dei gatti: pare, infatti, che molti gatti rispondono alle richieste dei loro umani solo se in precedenza sono stati assecondati nelle loro richieste. Sembra che i gatti ricordino la gentilezza usata nei loro confronti e siano in grado di restituire il favore quando è il momento opportuno. Se il “proprietario” rispetta i ritmi e i desideri di interazione del “suo” felino, allora quest’ultimo rispetterà ritmi e desideri dell’umano.

Infine, i ricercatori hanno notato una maggiore interazione tra le donne e i gatti, scoprendo che sono proprio i gatti a essere più propensi ad avvicinarsi alle donne e a saltare loro in grembo per stabilire un contatto. Secondo la studiosa Manuela Wedl, dell’Università di Vienna, la relazione tra gatti e donne può essere “molto intensa”.

Via | Time Heathland
Foto | Flickr

....
condividi 1 Commenti

Sono i gatti i migliori amici delle donne?

pubblicato da M.Barbara

Donna con due gatti

Non è una novità che il rapporto che il gatto stabilisce con il proprio padrone non è mai di sudditanza, ma sostanzialmente paritario. In fondo è anche per questo che noi gattari amiamo i felini con cui condividiamo la casa: preferiamo uno spirito indipendente piuttosto che un cucciolone che corre in giardino a riprendere la palla.

Dopo questa manciata di luoghi comuni su cani e gatti, passiamo al tema di oggi. Stando ad una ricerca, tra gatti e uomini si instaura una relazione molto simile a quella tra due esseri umani, ma non solo. Sembra che i felini preferiscano le donne e che vadano a cercare più la compagnia femminile di quella maschile.

Questa preferenza non sarebbe affatto legata al cibo. Ovvero il gatto non sceglie, di una coppia, la persona che abitualmente lo rifocilla, ma proprio l’essere umano di sesso femminile, cercando anche di manipolarlo a suo piacimento.

Ora, diamo per scontato che la ricerca sia stata condotta con tutti i crismi, diamo per scontato che i risultati siano del tutto attendibile, chi glielo spiega alla mia gatta (io ci provo da anni senza successo) che deve preferire me a mio marito? Se volete lanciarvi in una descrizione approfondita degli studi suddetti fatevi un giro su discovery.com, io vado a tradurla alla micia ingrata.

Foto | Flickr

....
condividi 0 Commenti

Gli uomini amano i cani (e le donne i gatti)

pubblicato da Roberto Russo

Gli uomini amano i cani (e le donne i gatti)

Luogo comune che più comune non si può: gli uomini sono più tipi da cani e le donne più da gatto. Sarà vero? Se dovessi guardare a me, direi di sì: mi piacciono molto più i cani dei gatti. Ma conosco anche tantissimi maschietti che adorano i gatti e non degnano di uno sguardo i cani. Idem per il rapporto donne/cani/gatti.

Eppure in linea di massima la si pensa così: uomini = cani, donne = gatti. C’è addirittura un calendario che mette insieme “hot boys” e “cute dogs” (di cui vedete una foto a inizio post – iniziativa caritatevole, tra l’altro, e quindi benvenuta).

Voi che ne pensate? Proviamo a vedere come stanno le cose qui su Petsblog?

Foto | Pettorali Famosi

....
condividi 3 Commenti

Ragazzi simpatici con i gatti punto com

pubblicato da Roberto Russo

Ragazzi simpatici con i gatti punto com

È convinzione comune che ragazze e gatti vadano molto d’accordo. Non per nulla – e non si offendano le pulzelle che mi leggono – la strega (femminuccia) va sempre di pari passo con il gatto (nero).

Da oggi non è più così. È stato creato un nuovo sito – CuteBoysWithCats – in cui diversi ragazzi inviano foto con i loro gatti, come quella in apertura di post che mi sembra un po’ la summa del rapporto uomo/gatto.

Nel frattempo, una domanda mi sorge spontanea: ma tra gli amici dei gatti che frequentano Petsblog, ci sono più maschietti o femminucce?

....
condividi 3 Commenti