Biso, il gatto vissuto per 5 anni nel muro di una stazione

Biso è un gatto che, chissà per quale motivo, è rimasto murato in un’intercapedine di una stazione della metro del Cairo e ci sono voluti ben 5 anni per liberarlo!

Una storia che ha dell’incredibile e che, per fortuna, è stata a lieto fine. Un gatto nero è stato murato, per sbaglio, in un’intercapedine nella metropolitana de Il Cairo. Il povero gatto, però, non ha avuto la sorte del celebre gatto nero immortalato da Edgar Allan Poe che di fatto viene liberato poco dopo essere stato murato, ma in quel muro ci è rimasto per ben 5 anni!

Ad accorgersi della cosa è stato un uomo, conosciuto come zio Abdo, che lo ha notato e ha iniziato a portargli da mangiare e da bene. Certo, sarebbe stato facile abbattere il muro e liberare il micio – che è stato chiamato Biso – ma, visto che si trattava di una costruzione interna alla metropolitana, occorrevano permessi speciali, che non arrivavano. E così zio Abdo tutti i giorni nutriva il micio, anche durante in città c’erano rivolte popolari.

Poi, alla fine i permessi sono giunti e il muro è stato divelto. Racconta Mounira Shehata, attivista per i diritti degli animali:

Quando abbiamo rimosso la parete è venuto fuori un odore disgustoso dall’intercapedine larga appena 15 centimetri per 4 di altezza. Era come una tomba. C’erano vermi neri lungo tutto i 4 metri, proprio dove zio Abdo infilava il cibo per il gatto.

Biso, il gatto che ha vissuto 5 anni dentro un muro di una stazione

Via | La Zampa

  • shares
  • Mail