Gattari da legare: Parti primaverili e ansie

Un paio di mesi fa, la sottoscritta Cassandra aveva cominciato a parlarne: gatti non sterilizzati, cucciolate in arrivo.

Da una decina di giorni leggo appelli in cui si cercano balie feline per i gattini che non hanno possibilità di essere allattati e appelli per adozioni. Bisogna partire per tempo, molto prima dello svezzamento. Odio questo periodo.

Non so poi se a qualcuno di voi è mai capitata una cosa: ma o è capitata a tutti o solo la mia famiglia è particolarmente sfigata. In pratica, le gatte che hanno appena partorito iniziano a spostare i cuccioli.

Quindi, se anche qualcuno ti avvisa che in un dato posto una gatta ha partorito, tu vai lì e non trovi nulla. Iniziano quindi le peregrinazioni del gattaro alla ricerca di mamma e cuccioli, dopo aver attivato il super udito gattaro. Non è una scena così insolita, vedere qualcuno infilato in qualche buco con un trasportino a fianco.

Gattari da legare: Parti primaverili e ansie

Non è nemmeno insolito sentire il citofono che suona: "Signora, mi scusi, so che una gatta ha partorito nel parcheggio del palazzo. Ha visto dove ha portato i cuccioli?". Nella migliore delle ipotesi ti rispondono che non vogliono comprare nulla. Nella peggiore, ti senti dire "Spero che non si facciano più vedere".

Siate gentili coi gattari che citofonano, o con quelli infilati sotto le vostre auto o che sbirciano nei vostri garage. Siamo persone per bene. Se non ci volete più nei vostri cortili (e noi non vorremmo venirci), aiutateci a fermare il randagismo: supportate le sterilizzazioni.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail