Sovrappeso in cani e gatti: come gestirlo

Oggi andiamo a vedere un problema largamente diffuso nei nostri cani e gatti: come gestire il sovrappeso e l’obesità.

Gatto grasso

Sovrappeso cani e gatti - Diciamo subito che fra tutte le patologie nutrizionali di cui possono soffrire i nostri cani e gatti, l’obesità e il sovrappeso sono senza dubbio in pole position. Lo dimostrano diverse ricerche: il numero di cani e gatti obesi è in costante aumento, vuoi a causa di un’eccessiva sovralimentazione da parte di proprietari che scambiano il fatto di rimpinzare i propri pet con l’amore, vuoi per la vita sempre più sedentaria a cui sottoponiamo i nostri animali per diversi motivi. Ecco perché oggi allora andremo a vedere cosa si può fare per gestire il sovrappeso in cani e gatti.

Come gestire obesità e sovrappeso in cani e gatti

Prima di tutto rendiamoci conto che il 42% dei cani e il 44% dei gatti di età compresa fra i 5 e gli 11 anni sono sovrappeso. Cifre che dovrebbero far rabbrividire. Fra i fattori predisponenti il sovrappeso ricordiamo:


  • la sovralimentazione
  • alimentazione scorretta
  • vita sedentaria
  • sterilizzazione
  • vizi dati dai proprietari
  • malattie ormonali e metaboliche

Quello che farà il vostro veterinario una volta stabilito che il vostro cane e gatto sono sovrappeso è di impostare una dieta corretta bilanciata, aumentare l’attività fisica e consigliare farmaci ed integratori. Occhio a una cosa: non esiste la pillolina magica per far dimagrire cani e gatti, se nutrite il vostro pet con una razione 3-4 volte superiore a quello che dovrebbe mangiare, se sta tutto il giorno sul divano, se gli date continuamente extra fuori pasto allora tutto il piano ben studiato andrà a farsi benedire. Questo anche per sottolineare che se per primo non si convince il proprietario di star danneggiando l’animale e che animale grasso non vuol dire animale che lo ama o animale in salute, beh, allora tutti i consigli veterinari del mondo non serviranno a nulla: il proprietario sta accorciando la vita del suo pet e provocandogli tutta una serie di malattie, mi spiace se suona brutale, ma è la realtà dei fatti.

Come sempre, prevenire è meglio che curare anche perché purtroppo in caso di sovrappeso le recidive sono frequenti. Ciò vuol dire impostare una dieta corretta fin da cuccioli, seguendo i consigli del veterinario e leggendo libri di nutrizionisti veterinari. E’ incredibile che nel 2014 si senta ancora di cani alimentati a pasta al ragù e mortadella. Il cane va alimentato correttamente fin da cucciolo, sia come tipologia di cibo che come quantità. E’ molto facile: se avete un dubbio, se vi state chiedendo se quel piccolo pezzettino di cibo umano che avete in mano può fargli male, per non sbagliare rispondetevi di Sì ed evitate di darglielo. Non venite poi a lamentarvi dal veterinario se il vostro cane ha continuamente diarrea e vomito, ha il pelo brutto, si gratta come un dannato se non rispettate le più basilari norme di educazione alimentare del cane.

Cosa provoca l’obesità in cani e gatti?

Ci sono diverse malattie che riconoscono l’obesità come causa o fattore predisponente:


  • patologie di accrescimento
  • malattie osteo-articolari
  • patologie cardiache
  • patologie respiratorie
  • diabete mellito
  • malattie dermatologiche
  • patologie alle vie urinarie
  • malattie gastrointestinali
  • pancreatite, epatite

E non tutte queste malattie sono curabili una volta che si sono instaurate. Se volete essere responsabili di provocare tali malattie nel vostro cane o gatto, beh, questo non è volergli bene.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | chikawatanabe

  • shares
  • Mail