Green Hill: è giusto dare in affido i beagle?

Un beagle

Ieri vi abbiamo parlato con grande entusiasmo e trasporto della bella notizia che ci è arrivata dai siti di LAV e LEGAMBIENTE: la possibilità di avere in affidamento uno dei cani beagle sequestrati a Green Hill.

Oggi però, a mente fredda e leggendo un po' quello che viene scritto sui vari siti web, un dubbio ci viene: è giusto farlo? Mi spiego in maniera molto semplice. Il tribunale ha disposto il sequestro dei cani e il loro affido. L'affido non è l'adozione. L'affido è temporaneo e viene fatto sino a successiva decisione della magistratura. Ciò significa che i cani potrebbero (anche se si spera non succeda mai) tornare a Green Hill se il giudice sentenziasse in questo senso.

I legali dell'allevamento hanno impugnato la decisione di affidare i cani a LAV e LEGAMBIENTE. Ciò significa che i cani possono rimanere sotto sequestro ma nel canile sanitario e, quindi, le associazioni non sarebbero più "parte in causa" della questione. In cuor mio, se dovessi avere uno di quei cani in affido, piuttosto che restituirlo diventerei latitante ma questa cosa non la farebbero in molti. E poi mi domando, soprattutto, che ne sarebbe delle già precarie condizioni psicologiche di questi poveri cani. Mi domando se non sarebbe meglio aspettare una decisione definitiva o, quantomeno, più sicura, da parte degli organi competenti e, nel frattempo, che i cani vengano seguiti da personale esperto per il loro "rientro nella vita". Voi che ne pensate?

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: