Taglia le orecchie al cane: proprietario a processo

Taglia le orecchie al cane: proprietario a processo

A Milano, un uomo è stato accusato di maltrattamento nei confronti un animale per aver tagliato le orecchie al suo cane.

Un uomo e il suo veterinario sono stati accusati di maltrattamento di animali per aver tagliato i lobi delle orecchie di un American Staffordshire Terrier senza alcuna ragione medica. Il padroncino del cane, un uomo di 36 anni, avrebbe fatto tagliare le orecchie dell’animale apparentemente per una ragione sanitaria, ma in realtà la ragione, secondo la Procura, sarebbe stata piuttosto estetica.
Il pm Mura Ripamonti avrebbe infatti così concluso le indagini che sono state avviate in seguito ad un controllo della Asl, in occasione del “Golden Edition Show” tenutosi a febbraio 2017 a Scandiano, quando furono trovati ben 16 cani con le orecchie mozzate, pratica che è vietata per legge.

Si suppone che tale procedura sia stata applicata per aumentare le possibilità di vittoria al concorso. Il veterinario avrebbe spiegato di aver praticato l’amputazione delle orecchie all’animale solo per scopo terapeutico, nel 2014, quando il proprietario avrebbe affermato che il suo amico a quattro zampe si era ferito in un roveto, e che non migliorava con i trattamenti e le normali medicazioni, ma il pm non ha creduto affatto a questa versione dei fatti, e adesso i due uomini potrebbero passare molti guai.

via | Repubblica
Foto da iStock

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog