Cani e gatti a casa si annoiano?

Cani e gatti a casa si annoiano?

In piena emergenza Coronavirus, anche cani e gatti a casa si annoiano o possono stressarsi. Ecco cosa fare per aiutarli.

Cani e gatti si annoiano a casa? E’ inutile girarci intorno: anche cani e gatti sono stressati da questa quarantena causata dal Coronavirus. I cani non possono più fare lunghe passeggiate, i gatti si ritrovano gli umani continuamente in casa, assenza di spazi e privacy: tutto questo stress potrebbe facilmente causare problemi comportamentali ai nostri cani. Chi parla sostenendo che il cane non debba uscire di casa e che può benissimo farla dentro, dovrebbe ripensarci prima di dare aria alla bocca senza conoscere i fatti: quando fra qualche settimana/mese i cani cominceranno a urinare dappertutto in casa, non vorranno più farla in passeggiata, svilupperanno sintomi da ansia da separazione, allora verranno loro a risolvere la situazione.

E che dire di tutti i gatti che cominciano a manifestare segnali di stress e ansia sotto forma di cistiti idiopatiche, dermatiti o strappamento del pelo?

Il fatto è che di punto in bianco cani e gatti si sono ritrovati a dover condividere la casa 24 ore su 24 con i loro umani, quando prima potevano godere di almeno 6-8 ore di tranquillità e solitudine. Questa convivenza forzata rischia di danneggiare l’equilibrio psicofisico non solo delle persone, ma anche degli animali. Ecco dunque che dai veterinari arriva qualche consigli su come aiutarli.

Cani e gatti stressati dalla convivenza in casa? Ecco cosa fare

Se i cani rischiano un eccesso di felicità nel vederci sempre in casa (salvo poi non riuscire a incanalare correttamente tutta questa gioia e finire per farsi male), i gatti sono maggiormente disturbati dal fatto che abbiamo turbato la loro routine quotidiana e gli abbiamo rubato spazi vitali. Per cercare di limitare i danni, ecco qualche consiglio:

  • studiare una routine giornaliera che rispecchi il più possibile quella precedente: cerchiamo di mantenere gli stessi orari di sveglia e riposo notturno, manteniamo gli orari di gioco, non cerchiamo costantemente la compagnia del nostro cane o gatto, ma lasciamogli i loro momenti di privacy. Cerchiamo anche di arricchire l’ambiente con giochi che possano renderli meno annoiati
  • lasciamogli i loro spazi: è fondamentale lasciare a cani e gatti i loro momenti di riposo e solitudine. Questo è importantissimo perché se ci ostiniamo a tenerli in braccio o vicino a noi 24 ore su 24, quando poi torneremo al lavoro, saranno dolori. Qualcuno ha parlato di ansia da separazione?
  • non alterare la routine dei pasti: il fatto che stiamo a casa tutto il giorno, non vuol dire che dobbiamo dar da mangiare ai nostri animali continuamente. Lasciamo intatta la routine dei pasti
  • contattate veterinari e educatori: se notate qualche problema di salute o qualche anomalia comportamentale, contattate telefonicamente il vostro veterinario o il vostro educatore (a seconda del problema, ovviamente)

Via | Repubblica

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog