AIDAA stilata la mappa dei maltrattamenti

Quando si parla di maltrattamenti la nostra mente vola a terribili immagini di violenze fisiche. Purtroppo i maltrattamenti non si limitano a questi drammatici episodi. La maggior parte delle volte i maltrattamenti sono meno visibili ma altrettanto atroci per il fisico e la psiche dei nostri amici animali. Vi avevamo già parlato del bisogno dei cani di avere un contatto frequente con l'uomo eppure alcune persone lasciano i cani soli per interi giorni. Sapete che i cani hanno bisogno di spazi ampi per muoversi ma spesso vengono letteralmente reclusi su angusti balconi o tenuti a corte catene con misere possibilità di movimento.

L'AIDAA ha stilato una vera e propria mappa dei maltrattamenti che non salva nessuna regione. Da nord a sud, dal Veneto alla Sicilia i nostri amici pelosi sono a rischio. Al centralino dell'associazione sono arrivati in pochi giorni oltre 700 sms. Oltre un terzo di essi si riferiscono a cani detenuti alla catena da molto tempo e senza cibo o acqua da giorni. Altre erano riferite a cani rinchiusi su balconi o in gabbie e altri a vere e proprie sevizie. E' da considerare anche la statistica delle razze maltrattate. Mentre sono pochi i cani da caccia, molti maltrattamenti si verificano verso i pastori tedeschi e verso i cani che rientravano nelle ex razze pericolose come pitbull e rottweiler e meticci. Vi ricordiamo che per le segnalazioni dovrete mandare un sms al numero 348/7611439.

Via| La Zampa

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail