Cosa succede quando un coniglio viene sterilizzato

Come ci dobbiamo preparare noi umani quando il nostro coniglio viene sterilizzato?

sterilizzazione coniglio

Molti sono spaventati di fronte alla sterilizzazione del proprio coniglio poichè sì, è pur sempre un'operazione, ma ricordiamo che un veterinario esperto in animali esotici svolge questo genere di intervento come routine. Tanti si spaventano per l'anestesia totale: questo è un timore giustificato fino ad un certo punto. Mettiamo infatti il caso che oggi non sterilizzate la vostra coniglietta ( ricordo, operazione di routine) e domani le vengono cisti ovariche, un tumore mammario etc etc. In quel caso l'anestesia totale serve eccome, inoltre l'operazione dal punto di vista del tempo sarà ben più lunga e complesssa. Non è quindi IN OGNI CASO meglio prevenire?

I passi per l'operazione sono i seguenti: il coniglio deve essere in tutto e per tutto in salute ( è pur vero che alcune patologie possono non essere evidenti, ma contiamo sul fatto che un coniglio giovane non sia disastrato), deve essere in linea, ciò significa non obeso. Se avete nutrito il coniglio con granaglie e lo avete tenuto in gabbia, è necessario un bel cambio di registro prima di poter provvedere alla sterilizzazione.

Bene, a questo punto si arriva al giorno dell'operazione: nel caso di un coniglietto maschio si tratta di un'operazione molto breve mentre, come potete immaginare, nelle conigliette femmine è necessario rimuovere l'utero (e le ovaie). Questo processo è più lungo, in conseguenza anche l'anestesia lo sarà: proprio le conigliette femmine però rischiano maggiormente se non operate, quindi mettetevi in mente che è un intervento necessario.

Ovviamente oltre alla salute dell'animale andate a migliorare anche su un altro insieme di elementi: il coniglio farà pipì meno odorosa, non farà più pipì a spruzzo, non segnerà più con pipì e palline il territorio, sarà molto meno aggressivo e mordace. Insomma, diciamo che la sterilizzazione porta sostanzialmente solo conseguenze positive.

Infine veniamo al post operatorio. Chiaramente il coniglio sarà un po' spaesato e intontito dall'intervento. Il veterinario vi raccomanderà una serie di medicinali da somministrargli. Tenete monitorato che il coniglio mangi e spallini, altrimenti rivolgetevi subito al vostro veterinario esperto in animali esotici che saprà consigliarvi sia i medicinali da utilizzare, sia che genere di eventuale alimentazione forzata somministrargli.

  • shares
  • Mail