Retrovirus nel gatto, FIV e FeLV: la depressione midollare

Che ne dite se oggi andiamo a parlare di retrovirus nel gatto, andando a vedere la depressione midollare provocata da FeLV e FIV?

gatto tricolore

Retrovirus nel gatto, FIV e FeLV – Abbiamo già parlato di sintomi e trasmissione delle due malattie virali da Retrovirus nel gatto, FIV e FeLV. Oggi andiamo a dare uno sguardo più da vicino all’associazione che c’è fra questi retrovirus e la depressione midollare. Si tratta di una sindrome che si manifesta spesso nei gatti FeLV positivi per infezione primaria delle cellule staminali che producono gli elementi corpuscolati del sangue. Di solito si assiste a una forma di ipoplasia midollare che colpisce più linee cellulari (rossi, bianchi e piastrine) con anemia non-rigenerativa (se rigenerativa probabilmente è perché contestualmente c’è in corso un’emobartonellosi o un’anemia emolitica immunomediata). A proposito di anemia emolitica immunomediata, è spesso presente in corso di FeLV e di solito prelude al linfoma o a disordini mieloproliferativi. Sia FIV che FeLV possono provocare neutropenia (più marcata con la FeLV), il che spiega anche il perché della maggior suscettibilità alle infezione secondarie.

Retrovirus, FIV e FeLV: ipoplasia midollare

L’ipoplasia midollare causata dai retrovirus FIV e FeLV può colpire una qualsiasi delle linee ematopoietiche: rossi, bianchi o anche piastrine. Quando tutte e tre le linee sono coinvolte si parla di pancitopenia. Normalmente abbiamo anemia non rigenerativa di tipo normocitica e normocromica. La diagnosi di certezza in questo caso si ha tramite una serie di esami del sangue e puntato midollare del midollo osseo.

Retrovirus, FIV e FeLV: anemia aplastica

L’anemia aplastica spesso è associata a FIV e soprattutto a FeLV nel gatto (nel cane la si vede per esempio in caso di Parvovirosi e Ehrlichiosi), tipicamente colpisce gatti giovani. Per quanto riguarda la leucemia virale felina, provoca infiammazione cronica con relativa anemia, aplasia eritroide in quanto colpisce la linea dei rossi a livello midollare e anemia emolitica (in questo caso è rigenerativa macrocitica e ipocromica).

In pratica quello che succede è che il tessuto midollare viene sostituito da materiale grasso, con conseguente mancanza di globuli rossi. Altre cause di anemia aplastica possono essere: estrogeni, sulfamidici, piombo, griseofulvina, metimazolo, infiammazioni croniche, tumori, insufficienza renale, insufficienza epatica, infezioni, leucemie (il midollo eritropoietico viene sostituito dalle cellule neoplastiche) e osteomielite.

Retrovirus, FIV e FeLV: anemia da malattia infiammatoria cronica

Se si ha una forma di infiammazione cronica, ecco che potrebbe svilupparsi una forma di anemia aplastica. In questi casi si ha diminuzione del ferro con aumento della ferritina, aumento dell’eritrofagocitosi e diminuzione di eritropoietina. In questo caso il midollo osseo reagisce producendo meno globuli rossi. Di solito questa forma di anemia la si vede in corso di FIP, FIV e FeLV con anemia non rigenerativa normocitica e normocronica con leucocitosi neutrofila e linfopenia, a meno che non ci sia leucopenia da FIV e FeLV.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | vivatier

  • shares
  • Mail